Archivio | Storia…la Massoneria e gli Illuminati RSS for this section

La tripla Tau – Nis

3tLa tripla Tau è uno degli emblemi del Royal Arch Degree, (il 13 ° grado del Rito Scozzese o il 7 ° grado del Rito York)  èd molto importante nella tradizione massonica.

Durante questo grado, infatti, gli iniziati riceveranno le grandi verità massoniche.3t5
Questo carattere mistico può essere spiegato in alcuni modi diversi.

21467369_hiram-abif-esegesi-di-un-mito-1

 

  • In primo luogo, i nomi Hiram di Tiro e Hiram Abif appaiono nella lingua fenicia con le stesse lettere “H” e “T” come fanno in inglese. Pertanto, la Triplice Tau assume l’interpretazione delle lettere iniziali in nome di Hiram Abif.

 

  • In secondo luogo, significa anche TH, Templum Hierosolym, il Tempio di Gerusalemme, e quando viene utilizzato come simbolo Arco Reale, alcune giurisdizioni insegnano che chi lo indossa si riconosce un servo di Dio.3t4

 

 

3t3

 

  • In terzo luogo, i cristiani di influenza greca o romana usato anticamente una croce di Sant’Antonio. La base di una tripla tau nella storia della chiesa primitiva significherebbe la trinità del padre, figlio e spirito santo. Una credenza nella natura trina di divinità è comune a molte fedi e religioni.

3t6

Un triangolo è una figura semplice che ha assunto un grande significato spirituale e simbolismo.

Il triangolo equilatero era venerato dalle nazioni antiche come contenente i più grandi e più astruse misteri, e come simbolo di Dio, che denota una triade di intelligenza, una triade di divinità, un Dio uno e trino. Il triangolo equilatero mostra parità con i suoi tre angoli degli stessi gradi. In un certo senso, rappresenta meglio divinità per la sua uguaglianza o la perfezione nel design e proporzione.

Il triangolo è un simbolo di unione divina, e un emblema del misterioso trino, che rappresenta ugualmente gli attributi della divinità, e la sua essenza trino: l’onnipotenza (onnipotente), onnipresenza (eterna) e l’onniscienza (onnisciente).

3t1

Per approfondire leggi qui:https://uniticontrounsistemamalato.wordpress.com/2014/07/27/la-leggenda-di-hiram-abif-patty/

Fonti:

http://freemasonry.bcy.ca

http://www.articolienews.com

Annunci

Le Tre Grandi Luci: spirito, anima e materia. – Nis

a15
Considerando l’inscindibile legame tra i due simboli e le riflessioni sulla Squadra legata alla Materia e quindi alla Terra e il Compasso legato allo Spirito e quindi al Cielo, possiamo sostenere che anche il legame tra Materia e Spirito e fra Terra e Cielo è indissolubile, così come l’unione tra Macrocosmo e Microcosmo.
Nel simbolo triplo, quindi con Squadra e Compasso posti sopra il Libro Sacro aperto, possiamo riconoscere la manifestazione del G.A.D.U. tramite la creazione del cielo e della terra.a5
Le Tre Grandi Luci unite assieme rendono sacro il Tempio massonico, in una simbologia essenziale per compiere i Lavori.
Le Tre Grandi Luci sono espressione della Luce massonica ricercata e voluta, che si riferisce al Tutto: spirito, anima e materia.
 a16
Questo simbolismo triplice, può anche essere interpretato come la natura umana divisa in tre parti – corpo,mente e anima e, in tale comprensione le Tre Gran Luci diventano le direttrici che guidano le tre nature: la Squadra il corpo, il Compasso la mente, ed il Volume della Legge Sacra l’anima.
Squadra e compasso sono sovrapposti e non sottoposti al Libro Sacro, ciò perché il Massone rifiuta qualsiasi concezione religiosa dogmatica.
Il Libro chiuso o sigillato è Sapienza Assoluta o Divina Sapienza, il Libro aperto ès1 premessa dell’attività irraggiatrice del G.A.D.U. che si manifesta. Il Libro aperto quindi allude ad una condizione intermedia, è una realtà tra la Quiete del Libro Sigillato e il divenire del Compasso aperto, quando lo si sovrappone.
E se i due simboli di Squadra e Compasso congiunti ci ricordano che lo Spirito non esiste senza la Materia e ci esortano a rimanere nel limite del ragionevole, i tre simboli insieme ci invitano ad evitare gli estremismi del materialismo, perché c’è il Libro Sacro o dell’eccessivo misticismo, perché c’è la Squadra, e a saper vivere così “tra la Squadra e il Compasso”.
a9Un’interpretazione alchemica riassunta da Fulcanelli ne Il Mistero delle Cattedrali, recita: …vediamo la materia prima dell’Opera espressa simbolicamente da un libro ora aperto, ora chiuso, secondo ch’essa sia stata lavorata o sia appena estratta dalla miniera. Talvolta, quando questo libro è raffigurato chiuso, indicando cosi la sostanza minerale grezza, – non è raro vederlo anche sigillato da sette bande; sono il segno delle sette operazioni successive che permettono di aprirlo poiché ciascuna di esse spezza uno dei sigilli di chiusura. Tale è il Gran Libro della Natura, che racchiude, nelle sue pagine, la rivelazione delle scienze profane e quella dei misteri sacri.
 a11
Il movimento del Compasso non solo ha la capacità di modificare ciò che esce dal libro, ma anche di creare delle molteplicità e sempre più differenziazioni, quindi, cambiando il verso alla direzione, una pluralità infinita di vie si riconducono verso l’Alto per conquistarela Sapienza. Ogni essere infatti la cerca a suo modo, soggettivamente e partendo da se stesso. La Sapienza, una volta uscita dal Libro, anche nelle forme più elevate di Spiritualità, è soggetta ad adattarsi a ciascuna individuo. Nessun essere può confondersi con un altro essere e il cammino iniziatico ha il suo aspetto individuale già nella prima infinitesimale apertura del Compasso, prima ancora che nella Materia.
 a10
La tecnica più semplice di assimilazione del simbolo del Compasso sta nella meditazione
catartica, o meditazione intensa, ponendo il Compasso, dalle linee essenziali con bracci semplici aperti, su un panno di color blu uniforme e osservarlo per vari minuti, concentrati e nel silenzio. Ripetere spesso questa meditazione permette col tempo di aprire la mente all’archetipo della circolarità, assimilabile alchemicamente al simbolo cosmico dell’Uroboros che è nel nostro inconscio, e attingere su un piano diverso una nuova libertà creativa. Questa libertà sarà tanto maggiore quanto l’ampiezza e la luminosità dell’esperienza aumentano in correlazione alla trasformazione della coscienza e della personalità del Massone.
 a17

Noi vogliamo essere persone illuminate.

Alcuni uomini si rivelano più chiaroveggenti di altri, cioè vedono più chiaro di altri.
Non mi riferirsco all’intelligenza e men che meno alla divinazione, ma intendo la capacità di conseguire conoscenze tramite l’intuizione e le percezioni, che sono facoltà insite in ognuno di noi, che ci sono proprie e che ci permettono, se ben alimentate (cosa che è possibile), di tentare di indagare il nostro essere e il mondo.
Resta sconosciuta l’origine di queste capacità di ottenere una comprensione superiore, ma si sa che coloro che l’hanno conseguita danno prova di sorprendente lucidità e si sa pure che vi sono tecniche che permettono di perfezionarsi in tali capacità. Un compito certo agevolato da studi costanti, da profonde meditazioni, fino alle meditazioni catartiche e da
una lunga esperienza, ma alla fin fine la loro qualità si basa su un perfezionamento delle facoltà pensanti.
Ogni massone può diventare più sensibile alle vibrazionidelle Luce iniziatica, che sono vibrazioni energetiche e di pensiero, per sviluppare la comprensione di ciò che egli è e di ciò che gli accade quotidianamente.a6
Sono potenzialità insite in ogni essere umano, e nel Massone devono essere conosciute, cosicché il pensiero, le azioni e lo stile di vita creino la nuova esistenza consapevole.
Secondo l’Antica Tradizione, di cui sono impregnati i rituali, la Luce rappresenta una
facoltà latente nell’essere umano, destata e resa potenzialmente disponibile attraverso l’Iniziazione.
Tale facoltà, ci dicono anche gli antichi Maestri, può essere acquisita attraverso l’intuizione.
E il concetto ritorna. L’intuizione è necessaria per comprendere i simboli.
Ad esempio, per comprendere l’espressione simbolica G.A.D.U., che sintetizza il concetto diEssere Supremo, di Essenza, a livello intuitivo, appunto, si svela nel concetto di Cosmo e nella percezione dei suoi ritmi. Il G.A.D.U. non è definibile in concreto con dei concetti a causa della limitatezza della nostra mente, e possiamo avvicinarci ad esso per tentativi,
formulando delle astrazioni imperfette attraverso, appunto, l’intuizione. Il Simbolo della squadra si svela attraverso il quadrato, i quadri lunghi, il cubo e la quaternità, mentre il Compasso si svela attraverso il simbolo del cerchio, delle sfere e quindi della circolarità.
Dobbiamo operare con volontà, volontà di perfezionamento, volontà della persona di buon senso che è risoluta ad impegnarsi veramente e non solo a parole, nel correggersi e nel conseguire le sue facoltà di pensiero, nel conoscere realmente le sue ombre,portarle alla lucee dominarle.
a12

Karl von Eckartshausen,

Un grande Massone e Rosacrociano  sostiene: “Come per un uomo privo di organi la Luce non esiste, anche se altri ne possono godere e gioire, così molti uomini non possono gioire di qualcosa di cui invece altri possono. Un uomo potrebbe essere organizzato in modo tale da sentire, intendere, vedere e gustare cose che un altro non potrebbe, perché privo dell’organo necessario. Ammettendo ciò, se questi cercassero spiegazioni plausibili a tale fatto, sarebbe assolutamente inutile, in quanto le idee che uno ha ricevuto dal suo organo particolare cozzerebbero contro quelle dell’altro che non potrà mai afferrarle.

Siccome ognuno riceve le proprie idee dai suoi sensi, e considerato quindi che tutte le operazioni della ragione non sono che forme di astrazione di impressioni sensibili,
Ne consegue che è veramente impossibile crearsi delle idee su molte cose, fin quando non avremo ricevuto delle sensazioni su tali cose. Questo perché ogni nostro organo è o diventa sensibile soltanto per noi stessi, e non per altri”.
 a2
Noi massoni siamo consapevoli che esiste una chiave che apre la porta del nostro “santuario intimo” e come trovarla.
È unanime nel mondo dare il nome di Luce e di tenebre a manifestazioni di “sintomi interiori”, che pur non sono misurabili come lo possono essere quelli esteriori. Questa concordanza universale ripropone ancora e sotto un differente punto di vista, l’esistenza di una “ oggettività interiore”, che accomuna tutti gli uomini e che ci deve far riflettere profondamente.

L’oggettività interiore è quello che Jung definisce“inconscio collettivo” e i cui significati siesprimono in simboli.

a13

Carl Gustav Jung

Esiste una parte della nostra psiche profondamente sepolta che contiene degli archetipi, cioè dei simboli arcaici, delle immagini originarie, di modelli innati, comuni a tutti gli
individui, pur di cultura ed epoche diverse. Da qui e per una consapevole metamorfosi della coscienza individuale, non è sufficiente lavorare sull’Io, dobbiamo procedere all’individuazione e dare inizio alla ricerca del Sé nella dimensione archetipica, per avere la possibilità di intendere i simboli unificatori e la lorofunzione trascendente.
Ovvero arrivare a comprendere l’integrazione tra gli uomini che risiede nel nostro
inconscio, origine di una dimensione che riconduce all’Unità del tutto, elementi tra loro opposti e disparati.
Non fare niente, esistere pigramente nell’inconscio che domina è da stadio di vita primitivo e non da Massoni.
a8La libertà dell’Io è figlia della libertà del Sé, che dobbiamo tentare di comprendere.
Se sentite che c’è qualcosa di più che costituisce la vostra più profonda essenza, siete nel giusto cammino.
E voi Fratelli Apprendisti dovreste aver compreso, dalle riunioni cui avete partecipato, che cercando e ricercando, il Massone trova in se stesso, l’Essere, il Sé. Quel Sé che è scintilla del divino e del divino è parte. E il Sé dovrebbe essere libero in noi, come libero è l’Essere Supremo, il Tutto di cui siamo parte. E la prigione che invece vincola il Sé altro non è che l’Io, quell’Io transitorio e mortale che è la nostra vita, tanto quanto universale ed eterno è il Sé in noi, parte purissima ed elevata del Tutto. Noi siamo schegge del Tutto e siamo in rapporto con Lui. Non illudiamoci che lanostra vita si svolga in funzione del nostro Io, mentre piuttosto è il nostro Io che è stato generato in funzione della vita del Tutto.
È la prospettiva egocentrica che è sbagliata: c’è una storia che si compie e noi nea14
siamo interpreti più o meno consapevoli, è questo il destino di tutti, sta a noi scoprire a che cosa sia funzionale la nostra vita nella prospettiva del Tutto.
Vi sono analogie tra la psicologia analitica junghiana e il rituale massonico. Sappiate che nella ricerca di perfezionamento del massone è riscontrabile quello che Jung definisce “processo di individuazione”, cioè la realizzazione conscia al bisogno di completezza del nostro essere, nella nostra peculiarità di esseri unici e diversi, in una sinergia di aspetti consci e inconsci che determina l’ampliamento della personalità.
L’importanza di Jung, per me, risiede proprio in questo suo pensiero di equivalenza tra l’aspirazione all’autorealizzazione conscia della propria personalità e la ricerca di un più ampio progetto trascendente, sfruttando la propensione che come Massoni abbiamo al rapporto individuale con la simbologia.
Mito e simbolo sono componenti fondamentali degli archetipi e sono categorie primarie ed esemplari, preesistenti alla stoa7ria dell’uomo, eppure impresse nelle profondità della mente umana, destinati ad affiorare nella coscienza di quei pochi individui che li desi
derano conoscere e li ricercano, prendendo forma e sostanza, quale “consapevolezza di ciò che si è”.
La Luce della Conoscenza iniziatica che aneliamo è una rivelazione elargita dal Grande Architetto che, scendendo, la offre al Massone che ascende.
Chi ha maturato una visione spirituale riconosce nelle punte del Compasso, volte verso il basso e coperte in questa Camera, la presenza dello Spirito in noi, la sua Forza discendente-ascendente. Un Fratello che intende elevarsi, pensa quindi al Compasso quale simbolo di manifestazione dello Spirito e riunione allo Stesso. E lo Spirito deve immaginarlo tanto omogeneo ed inafferrabile, invisibile ed inalterabile quanto lo è lo Spazio illimitato, la Vita infinita ed inesauribile.
Via via che ci si trasforma interiormente ci si predispone ad accogliere delle rivelazioni.
Con l’attivarsi del Compasso, strumento principale del divenire il Massone, il Libero Muratore, proprio perché governato dalla dualità di questo strumento, sa di dover controllare la sua parte ombrosa, ostile, nociva che ha imparato a riconoscere, sa di dover spingere lo sguardo interiore direttamente nel contenuto del Sacro Libro, che aperto simboleggia lo Spirito, la Sapienza, avendo appreso di non essere distaccato dalle altre realtà cosmiche che, dal punto di vista iniziatico, sono animate dalla stessa Energia. Non dimentichiamo che i termini “interno” ed “esterno” sono illusori, al pari di ogni dualità o coppia di contrari.
Lo Spirito divino scorre in noi per spiritualizzare l’anima e il corpo fino all’ultima particella.
 a4
E ora Fratelli una domanda:

Cos’è il Santo Graal?

Alcuni esoteristi dicono di vivere alla ricerca del Graal. Forse sono dei folli, forse no. Anche alcuni grandi Iniziati affermano che il loro cammino iniziatico è la ricerca del Graal, così come gli Alchimisti identificano il loro lavoro con la ricerca della Pietra Filosofale.
Se avete memorizzato quanto detto sulle Tre Grandi Luci, che cosa rappresentano esotericamente e le loro connessioni, provate ad interpretare questo disegno simbolico:
Santo Graal
Fonti:

Il Compasso – Nis

c2Con i suoi bracci ad ampiezza variabile, è un simbolo di apertura, cioè di abilità e di
conoscenza che possono ampliarsi, e dei limiti che a queste si impongono.
Possiamo assimilare al Compasso il concetto dello Spirito.
In sintesi il Compasso rappresenta la misura della ricerca, ma non solo.
c3
È strumento attivo che, sotto il controllo del nostro pensiero, ci consente di modificare la materia.
La duplice attività del Compasso permette di passare, con la sua forza centrifuga
dall’interno all’esterno del Libro, questa sua forza fa sì che l’Unità rappresentata dal Libro sigillato, si trasformi in Forza generatrice nella fase di Libro aperto e, quindi, in dualità ed
opposizioni, creando l’interno e l’esterno, il superiore e l’inferiore (nel senso spirituale e non spaziale).
c5Il Compasso, che esce dal Libro e tramite la forza centrifuga si dilata verso il basso, esprime lo Spirito che si diffonde ed è in noi, che è già divenuto incompleto rispetto allo Spirito creatore. Lo spirito in realtà, trasmette e conserva se stesso, irraggia se
stesso, tramite se stesso.
È vero quindi che l’Uno-il Tutto, si differenzia e si divide sotto l’azione del
Compasso in particelle infinite, ma la Riga ci dice che l’Essenza dell’essere Supremo non degenera mai, restando compatta e unica: in alto, in basso e nelle condizioni intermedie.
c4
Il Massone deve mettersi in movimento per perfezionarsi tramite la forza centripeta
del Compasso, dal basso verso l’alto o, se preferite, dalla periferia al centro.
La Libera Muratoria segue le leggi del Compasso, esso viene dal Libro e riconduce al Libro,
quindi scende nell’uomo per elevarlo e ricondurlo all’Origine, si espande e poi si riavvicina.
Rientrando nel Libro, il Compasso interrompe il Lavoro e il movimento, riconquistando la Pace dello Spirito.
Sta a noi ascendere tramite il Compasso e riconquistare il Libro, l’assoluta Saggezza.
c1

Fonte:
http://leonessaarnaldo.com

La Squadra – Nis

s
La Squadra è un simbolo della rettitudine e quindi può significare l’integrità morale, la sincerità nel riconoscere i propri vizi e l’onestà dei nostri pensieri e delle nostre azioni.
È strumento passivo che, nei lavori in Grado di Apprendista, ci consente di controllare il lavoro svolto sulla pietra, che da grezza sta diventando cubica.
Possiamo assimilare ad essa l’idea dellaMateria. In sintesi, possiamo dire che laSquadra simboleggia la rettitudine nell’azione.
L’inizio del processo di ascesa del Fratello che vuolconoscere se stesso, ma non è ancora in corso l’ascesa, si è ancora nel processo di individuazione, di comprensione di ciò che realmente si è.
s1
Fonte:
http://leonessaarnaldo.com

Il Libro della Legge Sacra – Nis

g
È unicamente un simbolo, il simbolo che riconosce che esiste un rapporto tra l’Essere Supremo che sirivela e l’uomo. Non ha carattere ecclesiale, non significa accettazione a priori della fede nella religione del Libro scelto né di alcuna altra fede.
Rappresenta il principio del Sacro. È storicamente il testo da cui gli
obblighi massonici hanno tratto ispirazione.
Nella Bibbia ci sono specifici richiami a racconti che esprimono concetti massonici.
Rappresenta il simbolo dell’ammissibile possibilità che vi sia una
comunicazione del G.A.D.U. all’umanità, attraverso scritti di profeti ispirati.
La fase di Libro Aperto, che segue a quella del Libro Sigillato, precede l’inizio dell’attività differenziatrice ed irraggiatrice del Compasso, cioè l’attività con laquale il G.A.D.U. manifesta il creato.
g1
Fonti:
http://leonessaarnaldo.com

I punti perfetti d’ingresso: come si diventa e ci si riconosce tra massoni – Nis

Il perfetto punto d'ingresso

Spesso mi chiedo come dei Massoni riescano a riconoscersi, visto che sono devoti al vincolo della segretezza. Interessante è capire con quale procedura un’uomo viene accolto nella confraternita, i gesti, le parole, sono tutti aspetti che è importante capire per riuscire a farsi un’idea di quale sia la mentalità di un “fratello”.

Ho trovato un articolo molto interessante scritto dal

Prof. Dr. U. Gauthamadas
Loggia Prudentia No.369 Gran Loggia dell’Indiaingresso-Dr._Gauthamadas_Udipi

che fa un po’ di luce su queste mie curioità, ve ne propongo alcuni stralci.

Col Perfetto Punto di ingresso si prova di essere un massone.

L’Apprendista Ammesso risponde durante la cerimonia che il perfetto Punti di Entrata sono “Di, A e via“. Ma come questi siano i punti perfetti di ingresso non è chiaro.

Se io mi chiedo come devo sapere di essere un massone, la risposta dovrebbe essere:” Per certi segni, una pedina, una parola, ed i miei punti di  ingresso. “I segni, il segno e la parola vi sono già stati spiegati  presso l’Altare, i punti d’ingresso invece sono quattro: il Guttural, pettorale, manuale e pedale, e alludono alle quattro virtù cardinali:. Temperanza, Fortezza, Prudenza e la Giustizia

ingresso

 

 

Nel suo libro  “Il massone sul luogo di lavoro”, ingresso-harry-carrHarry Carr dà un interessante recensione del soggetto e si chiede se “ingresso” indica il momento preciso di entrata in loggia, o se riguarda tutta la cerimonia di ammissione. Dobbiamo tenere a mente che i catechismi originali ai quali ogni massone fa riferimento, avevano lo scopo di fornire una base per aiutare a comprendere le cerimonie alle quali erano stati condotti.

 

 

Il Catechismo

 ingressp-bibbia

I punti necessari per fare un massone sono cinque. Essi sono chiamati i perfetti Punti di vostro ingresso e sono Preparazione, Obbligo, Segno, Presa o Gettone e Parola.

Prima di entrare il loggia i candidati vengono preparati secondo l’antica usanza, in modo da poter essere ricevuti alla porta della Loggia, essere ammessi alla presenza dei fratelli, interrogati, obbligati, portati alla luce, su incarico, affidati, investiti come massoni.

Quella che segue è la descrizione di come avviene l’investitura.

ingresso-installazione

Il vostro mentore bussa alla porta della Loggia, dove sarete ricevuti nel buio sulla punta di un oggetto appuntito e vi si esorterà  a comportarsi sempre con la massima fedeltà.

Quando sarete ammessi alla presenza dei fratelli sarete tenuti a inginocchiarsi mentre è stato invocato la benedizione del cielo. Allora sarete condotti intorno alla loggia e interrogati per garantire che l’ammissione sia basata esclusivamente per motivi degni, ritualenonché dimostrerete ai fratelli che siete stati adeguatamente preparati per essere fatti  massone. Poi sarete presentati al Maestro, che avrà dato le istruzioni per farvi avanzare verso est con la procedura corretta, poi vi inginocchierete con il ginocchio sinistro a nudo, che simbolicamente era sulla pietra pietra grezza. Il maestro messa la mano sul Volume della Legge Sacra, vi farà fare la promessa sapendo  quanto sia grande e solenne l’ impegno di un massone apprendista. Quando avrete completato la vostra promessa d’impegno saluterete il Volume della Legge Sacra. Rituale-di-iniziazione-massonica

 All’inizio della fase finale della vostra ammissione sarete posti di fronte al Maestro sul marciapiede quadrato, quando vi avrà detto come avanzare verso di lui con il primo passo regolare verso la massoneria. Il Maestro vi istruirà sul metodo di dare il segno, e mostrerà come comunicare la presa o gettone e affiderà la parola. Vi avrà ammonito che la parola non deve mai essere data senza la presa, ma anche allora solo nello stesso modo rigoroso come voi avrete ricevuto. Saranno spiegate anche  la derivazione e l’importazione del segno e la parola.

 ini1

Allora sarete condotti agli operai per un esame, per dimostrare la capacità di comunicare le modalità di riconoscimento secondo le forme previste. Sarete investiti con la tessera distintiva di un muratore e  avvertiti che non bisogna mai vergognarsi, perché non  si potrà mai vergognare di voi.

Ricapitolando,  alla domanda: “Come hai fatto eri un massone?» Si dovrebbe rispondere “Per i punti perfetti d’ingresso.”

 

  • Il primo punto di ingresso è quando il candidato si avvicina alla porta della Loggia. Questo è l’ingresso di preparazione che è completo quando il candidato è stato massoni_spadericevuto sulla punta di un oggetto appuntito e ammonito appropriatamente.
  • Il secondo punto di ingresso è quando il candidato è chiamato a inginocchiarsi mentre la benedizione del cielo viene richiamata, dopodichè l’elemento centrale della cerimonia di iniziazione viene effettuata. Si compone di deambulazione, l’interrogatorio preliminare, la presentazione e l’avanzamento verso est, seguita da l’obbligazione. Questo ingresso è completo quando il candidato è stato portato alla luce in modo regolare al solito e ha ricevuto rituale2una spiegazione delle tre grandi luci in massoneria. Queste sono spirito, anima e materia, che sono espressione della Luce massonica ricercata e voluta, che si riferisce al Tutto.
  • Il terzo punto di ingresso si trova sul marciapiede quadrato quando il Maestro istruisce il candidato di avanzare verso di lui con il primo passo regolare in massoneria, lo istruisce nel segno, comunica la presa o gettone a lui e gli affida la rituale1parola. Questo ingresso è completo dopo che i Guardiani hanno esaminato il candidato e che questi ha dato prova della sua competenza nei modi di riconoscimento e che è stato  investito con la tessara distintivo di un muratore.

 

Sercondo Walter Leslie Wilmshurst autore inglese e massone, vissuto a cavallo tra la fine ingresso-WL Wilmshurstdell’ottocento ed i primi del novecento, in uno dei suoi quattro libri sulla massoneria inglese, vi è una spiegazione speculativa ai perfetti punti di ingresso, che si riferiscono ad adeguate facoltà di percezione e comprensione.

“Infatti, come per entrare nella percezione e comprensione del mondo abbiamo bisogno dei nostri cinque sensi che si rivolgono verso l’esterno, così per la percezione e l’apprezzamento del mondo interiore, abbiamo bisogno di una corrispondente sensorialità verso l’interno. Il pentagramma o stella a cinque punte, indica i nostri cinque punti di ingresso in rapporto con il mondo dei sensi e dei fenomeni dai limitati caniniali imperfetti dei sensi, e, per cognizione le cose segrete  della vita sovra-sensuale, dobbiamo aver sviluppato corrispondenze, punti perfetti di ingresso in esso, la visione verso l’interno, verso l’ascolto interno. Quindi le verità interiori e misteri sono inevitabilmente e automaticamente segreti per coloro che non hanno ancora acquisito punti perfetti di ingresso, non a causa di un loro capriccio qualsiasi, ma perché tali uomini sono senza la facoltà appropriata per  percepire, la loro visione interiore è ancora ingannata, oscurata, e ha impedito di riconoscerla.”

 

Fonti:

THE ALAN PARSON’S PROJECT – Nis

app

app1

Alan Parson

app2

Eric Woolfson

The Alan Parson’s Project è un gruppo rock progressivo e pop britannico nato nel 1975 per iniziativa di Alan Parson ed Eric Woolfson.

Alan Parson lavorava come ingegnere del suono presso gli studi EMI di Abbey Road a Londra dove nel 1969 collaborò all’album “Abbey Road” dei Beatles.
In seguito continuò a collaborare con Paul McCartney e dopo con i Pink Floyd per l’album “Dark side of the moon”.

Eric Woolfson era un avvocato e si dilettava come pianista e compositore.

Nel 1974 questi due personaggi si incontrarono e decisero di creare un gruppo musicale “anomalo”.
app15
L’idea di base era quella del “Concept Album” in cui le canzoni presenti in un album seguissero un filo conduttore comune.


Il primo album del gruppo prende il nome di

“Tales of Mistery and Immagination – Edgar Allan Poe”

app3

 

il concept di questo album sono appunto i racconti dello scrittore Edgar Allan Poe.

L’anno dopo, nel 1977, viene pubblicato il secondo album “I Robot” che prende spunto da alcuni libri di Asimov

app12

Ma è solo nel 1978 che iniziamo ad intravedere qualcosa e
questo accade nel loro terzo album che non a caso prende il nome di

“Pyramid”

 

app14

Nell’immagine di copertina Alan Parson si copre gli occhi e, in richiamo al titolo dell’album, la “A” di Pyramid è formata appunto da una piramide.

Un po vago se ci fermiamo a questo.

Il testo del brano “Pyromania” ci aiuta a capire qualcosa

“Ci sono piramidi nella mia testa…

Ho letto da qualche parte in un libro
che loro migliorano il tuo vino ed il tuo pane
si dice che tutto cio’ che crescerà nel tuo giardino sarà buono…

Non ce ne sono molti di loro…

Mi è stato detto che qualcuno sapesse
che la sua fortuna è buona come l’oro
soldi in banca e non hai nemmeno bisogno di pagare se lasci
un dollaro nella forma di una piramide stampata sul retro.

app19

Non è una bugia…
tutto quello che ti serve è una piramide e un po di fortuna…

non è una bugia…
tutto quello di cui ho bisogno è un po di piramidale
aiuto!”



Tutto ciò di cui hai bisogno è una piramide (Illuminati) e un po di fortuna.
Niente di più vero dato che “loro” hanno il potere di renderti ricco e famoso e forse questo testo vuole dirci proprio questo.

Loro hanno il potere di farti diventare qualcuno se accetti la loro “piramide” e alla fine della canzone Alan Parson quasi supplica di essere ascoltato.
“Ho bisogno della piramide…aiuto”.

La band ormai sforna un album all’anno e il quarto analizza il mondo femminile.

“Eve”

app6

e nel 1980 esce
“The turn of a friendly card”

app8

L’album affronta il tema del gioco d’azzardo sia figuratamente che letteralmente.
Almeno questo è quello che vuol farci credere.

Il primo brano è “May be a price to pay”
che letteralmente vuol dire “Forse ci sarà un prezzo da pagare”

il testo recita

Qualcosa non va in questa casa oggi
qualcosa sta succedendo e potrebbe esserci un prezzo da pagare…

Il male è denso ed è fuori controllo
ed io sono impotente e non posso rimediare
qualcosa di ingiusto possiede la mia anima
ed è freddo nel cuore della notte…”

Qualcuno ha notato che in questo brano è presente una tecnica di messagio subliminale in reverse, ovvero registrando qualcosa che mandato al rovescio acquisisce un altro significato.

La frase in questione è
(clicca sul testo rosso per ascoltare)
“Something’s been going on, there may be a price to pay”
(Qualcosa sta succedendo, forse ci sarà un prezzo da pagare)

questo è uno dei pochissimi casi in cui nel reverse abbiamo una frase in una lingua diversa dal cantato originale infatti ascoltata al contrario abbiamo

“Escucha, baby, al Demonio es bien facil”
(Ascolta il Demonio, Baby, è cosi’ facile)

Le due frasi messe insieme sembrano voler dire che il prezzo da pagare (che leggiamo nel titolo) abbia a che fare con il Demonio (che ascoltiamo al rovescio) e il senso è bello che trovato.
Strana come coincidenza.

Probabilmente tutto questo vi sembrerà opinabile.
Forzature.

Nel 1982 abbiamo l’album

“Eye in the sky”

app11

“L’occhio nel cielo” di cui parla l’album lo vediamo raffigurato nell’immagine di copertina come l’occhio di Horus, che ormai conosciamo bene.

Bisogna rendersi conto che il gruppo ha dedicato un album alla massoneria e questo è fuor di dubbio.

Inutile dire che questo è stato l’album di maggior successo del duo e il singolo “Eye in the sky” è arrivato al terzo posto nella classifica di Billboard.

Quanti di noi si sono innamorati di questo incredibile brano che ha segnato la storia della musica?

Analizziamo il testo…

Le due bellissime strofe parlano senz’altro d’amore e delle infinite incomprensioni tra l’uomo e la donna ma il ritornello recita cosi’:

” I am the eye in the sky                         “Io sono l’occhio nel cielo
Looking at you                                       che ti sta guardando
I can read your mind                            posso leggere la tua mente
I am the making of rules                       io faccio le regole
Dealing with fools                                 per gli stupidi
I can cheat you blind                             posso farti credere cieco
And I don’t need to see anymore          non ho bisogno di vedere altro
To Know that                                         per sapere che
I can read your mind”                      io posso leggere la tua mente”

app18

Un occhio nel cielo che detta leggi e che ci osserva perennemente.

Quale miglior metafora per esprimere il controllo degli Illuminati?

Nel brano successivo “Children of the moon” un passaggio del testo cattura la nostra attenzione

“Follow the pilgrim to the Temple of the Dawn    “Segui il pellegrino al Tempio dell’Alba
The altar’s empty and the sacrifice is gone             l’altare è vuoto e il sacrificio è andato
We let the madmen write the golden rules             lasciamo che il pazzo scriva le leggi d’oro
We were no more than mortal fools                        non siamo più che stupidi mortali
Nothing to live for                                                    niente per cui vivere
Nothing to die for”                                                    niente per cui morire”


Difficile decriptare questo messaggio per chi non è all’interno di certi meccanismi.

Possiamo azzardare che il “Tempio dell’Alba” si riferisca al cosidetto “Ordine Ermetico dell’Alba Dorata”, ordine massonico che adotto’ l’alba come simbolo del risveglio spirituale e dell’illuminazione consapevole dato che i massoni credono nella “legge d’oro” nominata qualche rigo più giu’.

“La regola d’oro è parte di ogni grande religione del mondo, si identifica come singola, tema unificante di tutte le fedi”.

Queste sono solo supposizioni.

Il 1984 vede l’uscita di ben due album.
Il primo è
“Ammonia Avenue”

app7

e il secondo
“Vulture Culture”

app5

Si torna alla simbologia egizia con l’uroboro ovvero il serpente che si mangia la coda.

Nell’antico Egitto l’uroboro avvolgeva con le sue spire l’Oltretomba, simboleggiando l’eternità

Il nono album è

“Stereotomy”

app4

L’inconfondibile testa di capro satanista…

app17

L’ultimo album ufficiale della band sarà un omaggio a Gaudi.

app10

Successivamente Alan Parson pubblicherà alcuni album da solista.

app16

Fonti
http://www.illuminatiitalia.altervista.org.

L’inno americano “subliminal style”? – Nis

E’ venuto alla luce un video dell’inno nazionale americano mandato in onda nel 1960 contenente inquietanti messaggi subliminali riguardo “l’obbedire al governo”. Il video è autentico o è una bufala ben congegnata?

Nel passato, le stazioni televisive concludevano la loro programmazione con un messaggio di buonanotte e l’inno nazionale, il quale includeva immagini patriottiche. Un video della Star Spangled Banner andato in onda nel corso del 1960 risulta contenere inquietanti messaggi subliminali. Eccolo qui:

I messaggi del video sono:

TRUST THE US GOVERNMENT (FIDATI DEL GOVERNO AMERICANO)
GOD IS REAL GOD IS WATCHING (DIO E’ VERO DIO STA OSSERVANDO)
BELIEVE IN GOVERNMENT GOD (CREDI NEL DIO DEL GOVERNO)
REBELLION WILL NOT BE TOLERATED (LA RIBELLIONE NON SARA’ TOLLERATA)
OBEY CONSUME OBEY CONSUME (OBBEDISCI CONSUMA OBBEDISCI CONSUMA)
BUY ULTRA BUY NAOMI (ACQUISTA ULTRA ACQUISTA NAOMI)
WORSHIP CONSUME OBEY BELIEVE (ADORA CONSUMA OBBEDISCI CREDI)
DO NOT QUESTION GOVERNMENT (NON METTERE IN DUBBIO IL GOVERNO)

L’obiettivo della tecnica subliminale è quello di far apparire, sullo schermo, immagini o messaggi abbastanza rapidamente in modo che la mente subconscia li registri senza nemmeno percepirli ed analizzarli a livello cosciente.

“La Percezione subliminale è un processo intenzionale creato dai tecnici della comunicazione, con la quale si riceve e si risponde a informazioni e istruzioni, senza essere consapevoli di quest’ultime”

– Steve Jacobson, Controllo mentale negli Stati Uniti

I messaggi subliminali funzionano davvero? Vecchi studi sostennero che non funzionano, il che fa si che il pubblico in generale respinga l’intera teoria. Tuttavia, recenti studi hanno scoperto che, in alcuni casi, la percezione subliminale produce risultati conclusivi.

Nel contesto del video dell’inno nazionale, discutere se o meno i messaggi subliminali funzionino non avrebbe senso. Screditare il video perché “i messaggi subliminali sono una bufala” non è un argomento valido. E’ l’intento dietro il messaggio che conta.

Alcune delle frasi sembrano essere prese dal film They Live, come obbedire e consumare. Mentre alcuni sostengono che queste frasi sono troppo “cospiracy-kitsch” e quindi false, sono esattamente quelle che utilizzerebbe un governo asservito al consumismo.

Le parole “Acquista ULTRA” e “Acquista NAOMI” compaiono un paio di volte. Queste frasi sembrano riferirsi a MKULTRA e MKNAOMI, due progetti segreti della CIA che erano attivi al momento – ma sconosciuti al grande pubblico. MKULTRA studiava il controllo mentale e MKNAOMI studiava la guerra biologica (questi progetti esistono ancora oggi e sono infinitamente più sofisticati).

Considerando il contesto sociale e politico degli Stati Uniti nel corso del 1960, che è stato caratterizzato dalla paranoia per la guerra fredda, da omicidi politici, movimenti giovanili di ribellione e sperimentazioni sul controllo mentale – l’esistenza di tale video è plausibile. Se il governo degli Stati Uniti ha ammesso di drogare e condurre esperimenti orrendi su migliaia di persone attraverso le ricerche MKULTRA, perché non dovrebbe tentare di manipolare le menti utilizzando questa potente invenzione chiamata la televisione?

Ma non vi è una prova che questo video subliminale sia stato effettivamente trasmesso in televisione? O si tratta forse di una bufala web del 2009? Alcuni siti internet e bacheche hanno dibattuto queste possibilità, ma non ho ancora incontrato una prova conclusiva a sostegno di una delle due tesi. Coloro che credono che il video sia autentico non riescono a trovare un’altra sorgente video, tranne quella di YouTube; coloro che credono che il video sia una bufala spesso si basano su argomenti che sono falsi o inconcludenti.

L’UPLOAD ORIGINALE

Il video originale è stato caricato nel 2009 da un utente di YouTube chiamato Naomi19631963. L’utente ha fornito una breve descrizione del video – non fa menzione di messaggi subliminali.

Ho recuperato questa bobina da una stazione televisiva che trasmetteva negli anni 60.

L’uploader in seguito pubblicò un commento in cui informa gli utenti di aver recuperato il video in Alabama e che probabilmente venne trasmesso in diversi stati. L’uploader non pubblicò nient’altro.

Dovettero passare 2 anni dall’upload originale prima che qualcuno ne scoprisse i messaggi subliminali. Il video è stato poi citato su importanti siti web, come Infowars nel 2013. In tutti i dibattiti, molti sostengono che il video è “falso” o “ritoccato” con argomenti che a volte sono validi, ma a volte falsi. Ecco le critiche.

NOME DELL’UPLOADER

Il nome utente del uploader è Naomi19631963. Abbastanza Casualmente, una frase subliminale del video è “BUY NAOMI”. Questo potrebbe essere sinonimo del fatto che l’uploader originale sapesse dei messaggi (e magari gli abbia inseriti), ma volle puntare sull’effetto “trovato per caso”. Questa è davvero una possibilità, ma non è una prova inconfutabile che il video sia un “falso”. Secondo lo YouTuber che per primo ha pubblicato una versione rallentata del video:

L’uploader originale non è un youtuber regolare, ma sembra aver aperto il suo account per rendere pubblica questa bobina ritrovata in Alabama (vedi il suo commento). La vecchia bobina probabilmente riportava la scritta “NAOMI 1963” o qualcosa di simile, e quando la caricò su YouTube, ne ricopiò il nome. Non descrisse alcuna irregolarità nel nastro.

Il nome dell’uploader originale è dunque davvero sospetto, ma non è la prova che il video sia un falso.

QUESTO INNO NAZIONALE E’ MAI STATO MANDATO IN ONDA?

Altri i quali sostengono che il video sia una bufala dicono che questo video non sia mai realmente esistito, che sia stato creato da zero, o che il testo sullo schermo sia stato aggiunto da chi ha pubblicato il video. Tutte queste affermazioni sono false. Questa pellicola con l’inno nazionale è stata effettivamente trasmessa dalla televisione per diversi anni. Il sito Fuzzy Memories ospita attualmente almeno due video sign-off del 1980 (registrati dalla stazione televisiva di Chicago WMAQ Channel 5) che termina con questo stesso inno nazionale. C’è comunque un importante differenza: non ci sono messaggi subliminali. (Questo è del 1981).

Questo portò, coloro che sostengono che si tratta di un falso, a sostenere che il mistificatore utilizzò questo video del 1981 come fonte per poi aggiungere messaggi subliminali utilizzando software per computer. Un semplice confronto tra i video però rivela che questo è impossibile, per un paio di motivi. Innanzitutto, il video “subliminale” ha un ampio campo di visualizzazione rispetto alla versione del 1981.

anthem2

Notare come è tagliato il grattacielo sulla destra, nella versione subliminare l’edificio si può vedere nella sua interezza, segno che il video del 1960 non è una manipolazione di quello del 1981

Un’altra importante differenza è il colore del testo e l’ombra sotto il testo. Nella versione del 1981, il testo è di colore giallo progetti e l’ombra si può vedere in alto a sinistra delle lettere. Sul video subliminale, l’ombra va verso il basso a destra. Questo dimostra non solo che il video del 1981 non è stato la fonte della bufala, ma che vennero create almeno due versioni totalmente diverse dello stesso video. La versione del 1981 è stata formattata per gli schermi TV con un rapporto di 4: 3. Il testo è stato rifatto in giallo – e senza messaggi subliminali. E’ possibile che i messaggi subliminali siano stati rimossi dal 1980 in quanto vi fu l’avvento dei videoregistratori, che diedero ai telespettatori la possibilità di registrare filmati TV … e scoprirne i messaggi nascosti?

FONT

Chi sostiene che si tratti di una bufala dice che il carattere utilizzato per le frasi subliminali è diverso da quello per il testo principale. Dopo un po’ di lavoro investigativo, ho scoperto che alcune lettere nelle frasi subliminali erano davvero diverse dal testo base.

anthem4Notare la differenza fra le 2 A

Questo prova che il video è una bufala? Non proprio. Prima dell’avvento della computer grafica, il testo veniva sovrapposto a mano alle riprese video con schermi verdi. Le sequenze venivano poi girate in stop motion, fotogramma per fotogramma. Sotto un controllo intenso, è quindi facile trovare le differenze e le incongruenze nel testo riscontrabili nei vecchi film. Se si osservano attentamente le lettere dell’inno nazionale si trovano ugualmente degli errori.

Se uno ignora queste differenze, dovrà ammettere che il testo del messaggio subliminale si fonde perfettamente con le parole dell’inno nazionale. Se un mistificatore aggiunse queste parole usando software come After Effects, questa persona avrebbe fatto un ottimo lavoro per rendere il look del testo “vecchio” come il testo originale. Il testo subliminale non è più nitido o più “digitale” di quello dell’inno. Il testo subliminale è “sfocato” a causa dell’età del video. Inoltre, se si guarda alla parola “reale” nell’immagine qui sopra, il presunto mistificatore ha anche preso tempo per disallineare alcune lettere. Se il mistificatore avesse tali competenze informatiche, non avrebbe anche gli strumenti per replicare esattamente lo stesso font dell’originale?

CONCLUSIONE

Non ci sono ancora dati sufficienti per dimostrare che il video è autentico, ma non ci sono neppure dati sufficienti per dimostrare che si tratta di una bufala. Tuttavia, le osservazioni in questo articolo ci permettono di dedurre alcune cose importanti. In primo luogo, l’uploader dell’inno subliminale (che si tratti di una bufala o no) ebbe accesso a un video che non è mai stato visto online prima dall’ora. Dal momento che non sembra essere registrato con un videoregistratore, è più probabile che sia stato digitalizzato da una bobina. In secondo luogo, ci sono almeno due versioni diverse di questo video dell’inno nazionale. La versione in onda nel 1980 mostrava lo stesso filmato, ma con una formattazione diversa. In terzo luogo, alcune lettere nei messaggi subliminali sono diverse da quelle dell’inno nazionale. Tuttavia, la struttura complessiva e la disposizione delle parole nei messaggi subliminali sono coerenti con le tecniche di editing video del 1960.

Quindi, al fine di andare veramente a fondo di questa storia, dobbiamo vedere un’altra sorgente video del video subliminale. Potrebbe essere in una biblioteca o in un archivio da qualche parte, in attesa di essere scoperto. Chiedo pertanto ai cittadini vigilanti negli Stati Uniti (soprattutto in Alabama) di cercare copie o versioni del video. Ciò permetterà di porre fine a questa bufala intelligente … o far brillare una luce su un pezzo importante della storia americana segreta.

 

Fonti
http://vigilantcitizen.com
https://neovitruvian.wordpress.com

La mente globale – Nis.

Globalizzare e unificare suona tanto come omologare e massificare, parole che non risuonano molto bene.
Ogni giorno assistiamo ad appelli al dialogo, vani tentativi di pacificare situazioni e aree geografiche portando la nostra democrazia con gli zaini pieni di bombe.
Oggi è chiaro il messaggio: fratello devi adeguarti, altrimenti per te ci sarà solo alienazione e tristezza! I padroni cercano di unificare l’economia, cercano di disumanizzare l’uomo attraverso l’uso indiscriminato della tecnologia, con l’unico scopo di controllare le nostre menti. Si perché una mente globale, alla quale ogni uomo in futuro potrà collegarsi, magari in modo neurale per scaricare dati, per prenotare una bella vacanza, fare la spesa, è un’idea allettante per molti uomini del pianeta. Il solo pensiero della comunicazione istantanea, che internet ha contribuito a creare è di per se un’idea geniale.

computer_cervello_3

Peccato che gli strumenti che utilizziamo (che in quanto tali non hanno in se alcun potere) non sono più al servizio dell’uomo per garantire una maggiore autonomia e pace mentale, servono proprio per raggiungere l’obiettivo opposto: renderci schiavi delle macchine.
Perché una macchina in quanto entità priva di anima non ha bisogno di libero arbitrio o coscienza, può esercitare il suo potenziale decisionale a prescindere dagli effetti che le decisioni stesse potranno provocare.
Negare coscienza e libero arbitrio e accorgersi che è una tesi ...
Una mente globale fatta di tante piccole cellule collegate che la nutrono in modo subdolo e inconscio, può sostituire anche l’idea di un Dio al di sopra di tutto questo.
L’era dell’iper-comunicazione infatti innalzerà l’uomo a Dio del suo proprio mondo, completamente soggiogato dalle leggi che egli stesso ha sottoscritto lasciandosi inoculare il seme di questo sistema.
Perché nessuno al mondo può essere considerato uguale all’altro, tutti siamo diversi e ricchi di doni diversi.
Origine delle Razze Umane: la Versione di Alex Collier
Invece molti oggi sono illusi di essere liberi, illusi di poter comunicare con tutto il mondo, mentre la loro vera comunicazione è relegata ad esseri poco luminosi che si nutrono di quel poco di linfa vitale che ancora emette la loro anima.
Perché una volta soggiogati e privati dell’anima stessa, le macchine, la mente globale, il governo mondiale, il nuovo ordine, il mega governo, l’organizzazione del vattelappesca, avranno vinto la battaglia che dura da secoli, cioè distruggere l’uomo per sostituirlo con un automa psico-programmato in grado solo di eseguire gli ordini, senza nemmeno comprendere il significato di tale input.
mente465465.jpg
fonte http://freenfo.blogspot.it

Ferdinando Imposimato.Patty.

Ferdinando Imposimato è un magistrato, politico e avvocato italiano.

È presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione.   imposiSi è occupato della lotta alla mafia, alla camorra e al terrorismo: è stato il giudice istruttore dei più importanti casi di terrorismo, tra cui il rapimento di Aldo Moro del 1978, l’attentato al papa Giovanni Paolo II del 1981, l’omicidio del vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura Vittorio Bachelet e dei giudici Riccardo Palma e Girolamo Tartaglione. Attualmente si occupa della difesa dei diritti umani.

Ferdinando Imposimato punta il dito contro il gruppo Bilderberg.
Indagando sul sequestro e sull’omicidio di Aldo Moro, Imposimato è inciampato in un documento molto “caldo” il tutto lo ha sorpreso non poco , in questo documento si evince che dietro gli atti terroristici ci sia la mano di Bilderberg .
Dichiara Imposimato “Si tratta di azioni delittuose che coinvolgono il gruppo Bilderberg. Dopo alcuni riscontri mi sento di affermare che dietro alla strategia della tensione ci possa essere l’ombra di Bilderberg, con il coinvolgimento e l’utilizzo di terroristi e massoni”.
Dice ancora Imposimato:Ho fatto delle verifiche e posso dire che dietro la strategia della tensione e alle stragi c’è (anche) il gruppo Bilderberg, una specie di Grande Fratello che sta sopra, manovra, si serve di terroristi neri e massoni”. “Falcone e Borsellino dice ancora Imposimato sono morti anche perchè hanno scoperto chi manovrava gli appalti su grandi infrastrutture, tra cui la Tav. Io li conoscevo e avevano scoperto che negli appalti pubblici c’erano la mafia e alcune grandi imprese del nord, anche sulla Tav, una delle grandi opere che ha visto mazzette divise tra mafiosi e criminali”.