Archivio | Personaggi RSS for this section

1899 – Parla Nikola Tesla-Nis

Una volta, nel 1899, Nikola Tesla ebbeun colloquio con un certo giornalista John Smith, quando lo stesso Tesla ha dichiarato: “Tutto ciò che è la Luce”. In uno dei suoi raggi c’è il destino delle nazioni, ogni nazione ha il suo raggio in quella grande fonte di luce, che vediamo come il Sole.In questa intervista il più grande inventore e veggente dei tempi moderni si dipana in una nuova visione dell’umanità che noi, i guerrieri di luce della prima e dell’ultima ora abbiamo accennato solo un secolo più tardi.  
Parte di questa intervista è dedicata ai critici di Tesla circa la teoria della relatività di Einstein, che scarta l’etere come energia. 
 Risultati immagini per nikola tesla
“Ho provato la nuova teoria del diritto universale perché la teoria della relatività di Einstein è del tutto sbagliata perché non vi è alcun vuoto, e che tutto è energia.”

Intervista:
Giornalista: Signor Tesla, lei ha guadagnato la gloria di colui che è stato coinvolto nei processi cosmici. Chi è veramente, signor Tesla?

Tesla: E ‘una domanda giusta, signor Smith, e cercherò di darvi la risposta giusta.


Giornalista: Alcuni dicono che viene dalla Croazia, dalla zona chiamata Lika, dove insieme alle persone crescono alberi, rocce ed il cielo stellato. Si dice che il villaggio natale prende il nome dai fiori di montagna, e che la casa, dove è nato, si trova accanto alla foresta ed ad una chiesa.


Tesla: Davvero, tutto vero. Sono orgoglioso della mia origine serba e della mia patria croata.


Giornalista: futuristi dicono che il XX° e il XXI° secolo sono nati nella testa di Nikola Tesla. Si celebrano il campo magnetico e si cantano inni al fantastico motore ad induzione,per Lei..
Il loro creatore è stato chiamato il cacciatore che ha catturato la luce nella sua rete dalle profondità della terra, e il guerriero che ha catturato il fuoco dal cielo. Padre della corrente alternata farà la Fisica e Chimica che domineranno mezzo mondo. L’ industria lo proclamerà come loro santo supremo. E’ nel laboratorio di Nikola Tesla che l’atomo si ruppe per la prima volta!

 Ci venne creata un’arma che causa le vibrazioni del terremoto.Sono stati scoperti i raggi cosmici neri.Cinque prove pregheranno per lui nel tempio del futuro, perché avevano insegnato un grande segreto che gli elementi di Empedocle possono essere irrigati con le forze vitali delle eteri.

Tesla: Sì, questi sono alcune delle mie più importanti scoperte. Però sono un uomo sconfitto. Non ho compiuto la cosa più grande che potevo.

Risultati immagini per nikola teslaGiornalista: Che cosa è, signor Tesla?

Tesla: Volevo illuminare tutta la terra. C’è abbastanza energia elettrica per diventare un secondo sole. La luce sembrerebbe attorno all’equatore, come un anello intorno a Saturno.L’umanità non è pronta per il buono ed il giusto. In Colorado Springs ho “bagnato” la terra di energia elettrica. Inoltre possiamo annaffiare le altre energie, come l’energia mentale positiva.
Non si tratta solo di energia elettrica meccanica, ma anche quella del nostro corpo!
Essi sono nella musica di Bach o Mozart, o nei versi di grandi poeti. Nel interno della Terra, ci sono energia di gioia, pace e amore. Ho passato anni a cercare il modo in cui questa energia potrebbe influenzare la gente. La bellezza ed il profumo delle rose può essere utilizzata come una medicina e dai raggi del sole si potrebbe prelevare nutrimento.La vita ha un numero infinito di forme, e il dovere degli scienziati è quello di trovare loro in ogni forma di materia. Tre cose sono essenziali in questo. Tutto quello che faccio è una ricerca in questo senso. Io so che non le troverò, ma non voglio rinunciare a loro.


Giornalista: Che cosa sono queste cose?

Tesla: Un problema è il cibo. Puo’ “l’ energia stellare o terrestre” nutrire gli affamati sulla Terra?
Un’altra cosa è quella di distruggere il potere del male e della sofferenza in cui la vita dell’uomo passa! In questo secolo, la malattia era diffusa dalla Terra nell’Universo.La terza cosa è: C’è un chiaro eccesso nell’Universo? Ho scoperto una stella che da tutte le leggi astronomiche e matematiche potrebbe scomparire. Questa stella è in questa galassia. La sua luce può verificarsi in tale densità che si inserisce in una sfera più piccola di una mela. Religioni e filosofie insegnano che l’uomo può diventare il Cristo, Buddha e Zoroastro. Quello che sto cercando di dimostrare è più selvaggio, e quasi irraggiungibile. Occorre unirsi a questa luce nell’Universo così ogni essere nasce come Cristo, Buddha o Zoroastro.So che la gravità e la fisica studiano tutto il necessario per permettere di volare e la mia intenzione non è quella di creare i dispositivi di volo (aerei o missili), ma insegnare individualmente a riprendere conoscenza sulle proprie ali ... Maggiori; Sto cercando di risvegliare l’energia contenuta nell’aria, che è la principale fonte di energia. Ciò che viene considerato come lo spazio vuoto è solo una manifestazione della materia che non è risvegliata.Nessuno spazio è vuoto su questo pianeta, non nell’universo .. In buchi neri, quelli a cui si riferiscono gli astronomi, sono le più potenti fonti di energia e di vita.


Giornalista: Nella finestra della vostra camera in hotel “Valdorf-Astoria”, al trentatreesimo piano, ogni mattina, gli uccelli la vengono a trovare. Come mai ?


Tesla: Un uomo deve essere sentimentale verso gli uccelli. Questo è a causa della loro ali. Umano aveva una volta, la reale e visibile!

Risultati immagini per nikola teslaGiornalista: Non hai smesso di volare da quei giorni lontani in Smiljan!

Tesla: Volevo volare dal tetto e sono caduto: i calcoli dei bambini potrebbe essere stati sbagliati. Ricordate, le ali della gioventù sono tutto nella vita!


Giornalista: Lei si è mai sposato? Non sappiamo se ha un affetto per amore o per una donna. Foto di lei giovane mostrano che era un bell’uomo.


Tesla: Sì. Io no. Ci sono due punti di vista: un sacco di affetto o per niente. Il centro serve per ringiovanire il genere umano. Le donne,per certe persone, nutrono e rafforzano la sua vitalità e lo spirito. Essere single fa lo stesso effetto ad altre persone. Io ho scelto questa seconda strada.


Giornalista: I vostri ammiratori si lamentano che attacca la relatività. La cosa strana è la sua affermazione che la materia non ha energia, ed “Il tutto è intriso di energia”, dove si trova?


Tesla: in primo luogo è stata l’energia, poi la materia.Che dire della nascita dell’Universo? La materia è creata dall’energia originaria ed eterna che noi conosciamo come “Luce” .Splendeva, e ci sono state le stelle, i pianeti, l’uomo, e tutto sulla Terra e nell’Universo. La materia è espressione di infinite forme di Luce, perché l’energia è più vecchia di essa. Ci sono quattro leggi della Creazione. 

 

“he first is that the source of all the baffling, dark plot that the mind cannot conceive, or mathematics measure. In that plot fit the whole Universe.

The second law is spreading a darkness, which is the true nature of Light, from the inexplicable and it’s transformed into the Light. The third law is the necessity of the Light to become a matter of Light. The fourth law is: no beginning and no end; three previous laws always take place and the Creation is eternal”

Risultati immagini per nikola tesla

Faccio parte di una luce, ed è la musica (suono/vibrazione) La luce riempie i miei sei sensi: la vedo, l’ ascolto, sento, odoro, la tocco e la penso. Pensando che significa che il mio sesto senso è nutrito. Le particelle di luce sono scritte anche su unanota. Un fulmine può essere un’intera sonata. Un migliaio di fulmini è un concerto .. Ho fatto un mio concerto personale ed ho creato un fulmine a sfera, che può essere ascoltato sulle cime ghiacciate dell’Himalaya.
A proposito di Pitagora e la matematica uno scienziato non può e non deve ledere questi due. I numeri e le equazioni sono segni che segnano la musica delle sfere. Se Einstein avesse sentito questi suoni, non avrebbe creato la teoria della relatività. Questi suoni sono i messaggi alla mente che la vita ha un senso, che l’universo esiste in perfetta armonia, e la sua bellezza è la causa e l’effetto della Creazione. Questa musica è l’eterno ciclo dei cieli stellari.Battiti del cuore dell’uomo sono parte della sinfonia sulla Terra. Newton ha imparato che il segreto è nella disposizione geometrica e nel movimento dei corpi celesti. Ha riconosciuto che la legge suprema di armonia esiste nell’Universo. Lo spazio curvo è il caos, il caos non è musica. Einstein è il messaggero del tempo di rumore e di furore.

 Giornalista: Mr. Tesla, hai sentito quella musica?

Tesla: Ho sentito tutto il tempo. Il mio orecchio spirituale è grande come il cielo che vediamo sopra di noi. Il mio orecchio naturale è aumentato come un radar. Secondo la teoria della relatività, due linee parallele si incontreranno a infinito.Il solito caos di Einstein. Una volta creato, il suono dura per sempre. Per un uomo può scomparire, ma continua ad esistere nel silenzio che è il più grande potere dell’uomo.No, non ho nulla contro il signor Einstein, comunque. Lui è una persona gentile e ha fatto molte cose buone, alcune delle quali entreranno a far parte della “musica del mondo”. Scriverò a lui e cercare di spiegare che l’etere esiste, e che le sue particelle sono ciò mantiene l’universo in armonia, e la vita nell’eternità.


Giornalista: Mi dica, per favore, a quali condizioni l’ angelo ti segue sulla Terra


Tesla: Ho dieci di loro. Mi mantengono delle buone annotazioni/informazioni.


Giornalista: Io sto documentando tutte le sue parole, Caro Signor Tesla.


Tesla: Il primo requisito è un’alta consapevolezza della sua missione e del lavoro da fare. Cerchiamo di non essere falsamente modesti; La quercia sa che è quercia, un cespuglio accanto a lui di essere un cespuglio.
La seconda condizione di adattamento è la determinazione.
Tutto quello che ho potuto, ho finito.


Giornalista: Che cosa è la terza condizione di regolazione, signor Tesla?

Risultati immagini per nikola tesla
Tesla: Linee guida per tutte le energie vitali e spirituali del lavoro. Pertanto, la purificazione dei molti affetti e delle esigenze che l’uomo ha. Pertanto non ho perso nulla, ma ho appena guadagnato, privandomi.Così ho apprezzato ogni giorno e notte. Annotare: Nikola Tesla era un uomo felice … Il quarto requisito è quello di regolare il gruppo fisico con un lavoro.

Giornalista: Che cosa vuoi dire, signor Tesla?


Tesla: In primo luogo, la manutenzione del “gruppo”. Il corpo dell’uomo è una macchina perfetta. So com’è fatto il mio circuito e ciò che è buono per lui. Il cibo che quasi tutte le persone mangiano, per me è dannoso e pericoloso. A volte visualizzo che gli chef del mondo sono tutti in cospirazione contro di me … Guarda….Tocca la mia mano.


Giornalista: E ‘ fredda


Tesla: Sì. il flusso sanguigno può essere controllato, e molti processi dentro e intorno a noi, possono essere controllati. Perché Giovane sembra che sei spaventato?


Giornalista: E ‘ storia che Mark Twain ha scritto un misterioso straniero, quel meraviglioso libro di Satana, ispirato da voi….


Tesla: La parola “Lucifer” è più affascinante. A Mr. Twain piace scherzare. Da bambino ero guarito una volta leggendo i suoi libri. Quando ci siamo incontrati qui ed abbiamo parlato, era così commosso che pianse. Siamo diventati amici e lui veniva spesso al mio laboratorio. Una volta mi ha chiesto di mostrargli una macchina che tramite la vibrazione provoca una sensazione di felicità. Era una di quelle invenzioni per l’intrattenimento, quello che a volte mi piace fare.Ho avvertito il signor Twain, di non rimanere sotto queste vibrazioni. Lui non ha ascoltato ed è rimasto più a lungo. Si è conclusa che si tolse i pantaloni e li getto’ come un razzo nella stanza. E ‘stata una scena diabolicamente divertente, ma ho mantenuto la serietà.Ma, per regolare il circuito fisico, oltre al cibo, il sogno è molto importante. Da una lungo ed estenuante lavoro, che ha richiesto uno sforzo sovrumano, dopo un’ora di sonno giusto sarei pienamente recuperato. Ho guadagnato la capacità di gestire il sonno, addormentarsi e svegliarsi in tempo che io ho designato. Se faccio qualcosa che non capisco, mi sforzo di pensare a questo proposito nel mio sogno, e quindi trovo una soluzione.La quinta condizione di regolazione è la memoria. Forse nei maggior parte delle persone, il cervello è custode della conoscenza del mondo e le conoscenze acquisite attraverso la vita nei vari Eoni. Il mio cervello è impegnato in cose più importanti che ricordare, si sta riprendendo ciò che è necessario in un dato momento. Questo è tutto intorno a noi. Dovrebbe essere soltanto.. consumato da noi. Tutto ciò che una volta abbiamo visto, sentito, letto e imparato, ci accompagna in forma di particelle di luce. Per me, queste particelle sono obbedienti e fedeli.Faust di Goethe è il mio libro preferito, l’ ho imparato a memoria in tedesco da studente, e posso recitarlo tutto. Ho tenuto le mie invenzioni per anni ‘nella mia testa “, e solo allora li ho capito.


Giornalista: Lei spesso ha citato il potere della visualizzazione.Risultati immagini per nikola tesla


Tesla: potrei ringraziare solo la visualizzazione per tutto quello che ho inventato. Gli eventi della mia vita e le mie invenzioni sono reali davanti ai miei occhi, visibile come ogni ricorrenza o come una voce. Nella mia giovinezza ho avuto paura di non sapere di cosa si tratta, ma più tardi, ho imparato a usare questo potere come un talento e dono eccezionale. L’ ho nutrito, e gelosamente custodito. Ho fatto anche le correzioni per la visualizzazione sulla maggior parte delle mie invenzioni, e li finisco in questo modo, attraverso la visualizzazione mentalmente risolvo complesse equazioni matematiche. Per quel dono ho il rango elevato di Lama in Tibet.


La mia vista e l’udito sono perfetti ed ho il coraggio di dire, più forti rispetto alle altre persone. Sento il tuono di un centinaio di 50 miglia di distanza, e vedo i colori nel cielo che gli altri non possono vedere. Questo allargamento della visione e dell’udito, l’ ho avuto da bambino. Più tardi l’ ho consapevolmente sviluppato.Giornalista: In gioventù si hanno più volte stati di malattia. È una malattia oppure un requisito di adattamento?


Tesla: Sì. Spesso è il risultato di una mancanza di esaurimento o forza vitale, ma spesso la purificazione di mente e corpo dalle tossine che si sono accumulati. È necessario che un uomo soffre di volta in volta. La fonte della maggior parte delle malattie è nello spirito. Pertanto, lo spirito può curare la maggior parte delle malattie. Da studente mi sono ammalato di colera che imperversava nella regione della Lika. Ero guarito perché mio padre finalmente mi ha permesso di studiare la tecnologia, che è stata la mia vita.
Una volta, durante l’infanzia, stavo camminando lungo il fiume con lo zio e gli dissi: “Dall’acqua apparirà la trota, mi butto un sasso ed è tagliata.” Questo è quello che è successo. Spaventato e stupito, lo zio gridò: “Bade retro Satana!” Era un uomo educato e parlava in latino …


Ero a Parigi quando ho visto la morte di mia madre. Nel cielo, pieno di luce e musica galleggiavano creature meravigliose. Uno di loro aveva il carattere di una madre, che mi guardava con infinito amore. Come la visione scomparve, sapevo che mia madre è morta.


Giornalista: Che cosa è la settima regolazione, signor Tesla?Risultati immagini per nikola tesla laboratory


Tesla: la conoscenza di come l’energia mentale e vitale ci trasforma in quello che vogliamo, e come ottenere il controllo su tutti i sentimenti. Indù lo chiamano la  Kundalini Yoga. Questa conoscenza può essere appresa in molti anni ed è per questo che sarebbe meglio cominciare presto.

L’ energia sessuale è una delle piu’ diffuse nell’universo, ma non la prima.La donna è il più grande ladro di tale energia, e quindi di potere spirituale.Di me stesso ho creato quello che volevo: una macchina riflessivo e spirituale.

Giornalista: La nona regolazione, signor Tesla?


Tesla: Fate tutto ciò che ogni giorno, ogni momento, se possibile, sia necessario per non dimenticare chi siamo e perché siamo sulla Terra. Persone straordinarie che stanno lottando con la malattia, privazioni, o la società che li ferisce con la sua stupidità, incomprensione, persecuzione e altri problemi che portano avanti i loro lavori per lasciare qualcosa sulla Terra… Sapete…. Ci sono molti angeli caduti sulla Terra.


Giornalista: Che cosa è il decimo adattamento?


Tesla: È il più importante. Scrivi che il signor Tesla ha giocato. Ha giocato tutta la sua vita, e gli è piaciuto.


Giornalista: Mr. Tesla! Si sta riferendo ai vostri risultati ed al suo lavoro? Si tratta di un gioco?


Tesla: Sì, caro ragazzo. Ho tanto amato giocare con l’elettricità! Ho sempre rabbrividito sentendo le storie di Zeus e dei suoi fulmini…
I fulmini sono i più bei giocattoli che si possono trovare. Non dimenticate che nel testo spiccano: Nikola Tesla fu il primo uomo che ha scoperto il fulmine.


Giornalista: Signor Tesla, si sta parlando solo di angeli e del loro adattamento alla Terra.


Tesla: E quindi ? Questo è lo stesso. Si potrebbe scrivere questo: “ha avuto il coraggio di prendere su di sé le prerogative di Indri, Zeus e Peron”  Immaginate uno di questi dei in un abito da sera nero, con la bombetta e indossando guanti di cotone bianchi prepara fulmini, incendi e terremoti per l’elite di New York City!

 Giornalista: I lettori amano l’umorismo del nostro giornale. Ma si confondono se sentissero parlare delle sue grandi scoperte come un gioco Mr Tesla…
 
Tesla: Caro signor Smith, il guaio è che le persone sono troppo pensanti. Se non lo fossero, sarebbero più felici e più a lungo avrebbero vissuto, e non c’entra nulla con quello che posseggono o non posseggono. Un Proverbio cinese dice che la gravità riduce la vita. Comunque.. torniamo alle cose che considerano importanti i tuoi lettori …

Risultati immagini per nikola teslaGiornalista: Avrebbero felicità di ricevere la vostra filosofia.

Tesla: La vita è un ritmo che deve essere compreso. Mi sento il ritmo e dirigo su di esso e lo coccolo. E ‘stata molto grata e mi ha dato la conoscenza che ho. Tutto ciò che vive è legato ad una profonda e meravigliosa relazione: l’uomo e le stelle, amebe ‘e il sole, il cuore e la circolazione di un numero infinito di mondi. Questi legami sono indistruttibili, ma possono essere docili e per propiziare e cominciare a creare nuovi e diversi rapporti in tutto il mondo.La conoscenza viene dallo spazio; la nostra visione è la sua serie più perfetta. Abbiamo due occhi: il terreno e spirituale. L’universo vive come un animale pensante in tutte le sue forme.

 
Giornalista:Quello che lei affema, mi sembra, di averlo sentito nei testi buddisti o nei testi Taoisti.

Risultati immagini per nikola tesla laboratoryTesla: Questo è giusto! Questo significa che non vi è conoscenza generale e la verità che l’uomo ha sempre posseduto. Nella mia sensazione ed esperienza, l’Universo ha una sola sostanza e una suprema energia con un numero infinito di manifestazioni della vita. La cosa migliore è che la scoperta di una natura segreta, rivela l’altra.Non si può nascondere, sono intorno a noi, ma siamo ciechi e sordi a loro. Se noi stessi emotivamente ci leghiamo a loro, verranno a noi stessi.
 
Giornalista: Una domanda che potrebbe essere impostata all’inizio di questa conversazione. Cos’è per te L’ Elettricità, Caro Signor Tesla?


Tesla: Tutto è energia elettrica. Prima era la luce, fonte inesauribile da cui sottolinea materiale e distribuirlo in tutte le forme che rappresentano l’Universo e la Terra con tutti i suoi aspetti della vita. Il nero è il vero volto della Luce, solo che noi non lo vediamo. È notevole la grazia per l’uomo e le altre creature.Ognuna delle sue particelle possiede leggera, termica, nucleare, radiazioni, chimica, meccanica ed una energia non identificata.Ha il potere di eseguire la Terra con la sua orbita. E ‘vera la leva di Archimede.Giornalista: Signor Tesla, sei troppo virato verso l’elletricita’


Tesla: Io elettricità sono. O, se lo si desidera, io sono l’energia elettrica in forma umana. Siete elettricità anche voi Mr. Smith, ma non se ne rende conto.

 
Giornalista: Il personale nel laboratorio parlano di lampi di luce, fiamme e fulmini che si verificano se lei è arrabbiato Mr Tesla…

Risultati immagini per nikola tesla laboratoryTesla: è lo scarico psichico o un avvertimento per stare attenti. La luce è sempre dalla mia parte. Sapete come ho scoperto il campo e l’induzione magnetica del motore in rotazione, che mi ha fatto diventato famoso quando avevo ventisei anni? Una sera d’estate a Budapest, ho guardato con il mio amico il tramonto di Sigetijem.Migliaia di scie di fuoco stavano mescolandosi intorno a migliaia di colori fiammeggianti. Mi sono ricordato Faust ed ho recitato i suoi versi e poi, come in una nebbia, ho visto girare un campo magnetico, e il motore a induzione. Li ho visti al sole!
Ma parlo anche con lampi e tuoni.


Giornalista: Con loro? Che lingua, Mr.Tesla?Tesla: Per lo più la mia lingua madre. Ha le parole e suoni, soprattutto in poesia, ciò che è adatto per questo.


Giornalista: I lettori della nostra rivista sarebbe molto grati se volesse spiegarci meglio

 Tesla: il suono non esiste solo in tuoni e fulmini, ma, nella trasformazione in luminosità e colore. Un colore può essere ascoltato. Il linguaggio è delle parole, il che significa che è dai suoni e colori. Ogni tuono e fulmine sono diversi e hanno i loro nomi. Chiamo alcuni di loro con i nomi di coloro che erano vicini nella mia vita, o da parte di coloro che ammiro.

Nella luminosità del cielo e del tuono vive la mia madre, sorella, fratello di Daniel, un poeta Jovan Jovanovic Zmaj e altre persone della storia serba. Nomi come AsIsaiah, Ezechiele, Leonardo, Beethoven, Goya, Faraday, Puskin e tutti i fuochi accesi segnano secche e grovigli di fulmini e tuoni, che non si ferma tutta la notte portando la pioggia preziosa Terra e alberi o villaggi in fiamme.

 
Giornalista: Per voi, la scienza o la poesia è lo stesso?


Tesla: Questi sono due occhi di una persona. William Blake ci ha insegnato che l’Universo è nato dalla fantasia, che mantiene ed esisterà fino a quando c’è un ultimo uomo sulla Terra. Con esso era una ruota per cui gli astronomi possono raccogliere le stelle di tutte le galassie. È l’energia creativa identica all’energia luminosa.


Giornalista: L’immaginazione è più reale per voi della vita stessa?


Tesla: Dà alla luce la vita. Ho alimentato dalla mia insegnate; Ho imparato a controllare le emozioni, sogni e visioni. Ho sempre amato, come ho nutrito il mio entusiasmo. Tutta la mia lunga vita l’ ho passata in estasi. Questa è stata la fonte della mia felicità. Mi ha aiutato in tutti questi anni a sostenere il lavoro, che è stato sufficiente per  cinque vite. La cosa migliore è lavorare di notte, perché la luce stellare, e in stretto legame con la notte.


Giornalista: Lei ha detto che io sono, come ogni essere, la Luce. Questo mi lusinga, ma confesso, io non capisco.


Tesla: Perché si ha bisogno di capire, signor Smith? Basti per credere. Tutto è leggero. In un suo raggio è il destino delle nazioni, ogni nazione ha il suo raggio in quale grande sorgente di luce che vediamo come il sole. E ricordate: nessuno che era qui non è morto.Si sono trasformati nella luce, e come tale esistono ancora. Il segreto sta nel fatto che le particelle di luce ripristinano il loro stato originale.


Giornalista: Questa è la resurrezione!


Tesla: Io preferisco chiamarla: tornare all’ energia precedente. Cristo e molti altri conoscevano il segreto. Sto cercando come preservare l’energia umana. Si tratta di forme di luce, a volte direttamente come la luce celeste. Non ho guardato ad esso per il mio bene, ma per il bene di tutti. Credo che le mie scoperte rendono la vita delle persone più facile e più sopportabile, e convogliarli verso la spiritualità e la moralità.Siamo sulla Terra … Si tratta di una malattia la cui esistenza la stragrande maggioranza delle persone non sono a conoscenza. Quindi, molte altre malattie, la sofferenza, il male, la miseria, le guerre e tutto il resto ciò che rende la vita umana una condizione assurda e orribile. Questa malattia non può essere completamente guarita, ma la consapevolezza la rende meno complicata e pericolosa. Ogni volta che uno dei miei persone vicine e cari sono rimasti feriti, ho sentito dolore fisico. Questo perché i nostri corpi sono fatti come di materiale simile, e la nostra anima legata con fili infrangibili. per una Incomprensibile tristezza che ci ha commossi, a volte significa che da qualche parte, al di là di questo pianeta, un bambino o un uomo generoso morto.

Risultati immagini per nikola tesla

Fonte:
http://www.teslauniverse.com
http://www.stankovuniversallaw.com
http://www.aetherforce.com
http://lagrandeopera.blogspot.it

Soros. -Patty.

“Gli speculatori fanno il loro lavoro, non hanno colpe. Queste semmai competono ai legislatori che permettono che le speculazioni avvengano. Gli speculatori sono solo i messaggeri di cattive notizie”.

soros2
George Soros è un imprenditore ed economista ungherese ,è il fondatore del Soros Fund Management. Nel 1970 fu uno dei co-fondatori del Quantum Fund insieme a Jim Rogers, attualmente è presidente del Soros Fund Management e dell’Open Society Institute ed è anche ex membro del Consiglio di amministrazione del Council on Foreign Relations.
Il suo appoggio al movimento sindacale polacco Solidarnosc, e il supporto all’organizzazione cecoslovacca per la tutela dei diritti umani Charta 77 (manifesto del 6 gennaio 1977 per una liberalizzazione del regime), hanno contribuito alla fine del dominio dell’Unione Sovietica in questi Stati. Il suo finanziamento e organizzazione della Rivoluzione delle Rose in Georgia è stato ritenuto cruciale ai fini del successo della stessa da osservatori sia Russi che Occidentali, nonostante Soros abbia dichiarato che il suo ruolo sia stato “largamente sopravvalutato”.

Negli USA è noto per avere elargito larghe somme di denaro agli avversari di George W. Bush . Ha appoggiato il democratico Barack Obama alle presidenziali americane del 2008. L’ex presidente della Federal Reserve Paul Volcker scriveva nell’introduzione de “L’alchimia della finanza”, un libro pubblicato da Soros nel 2003: “George Soros ha lasciato un segno nella veste di speculatore dall’enorme successo, saggio abbastanza dal ritirarsi sostanzialmente quando ancora il gioco volgeva a suo favore. Il grosso delle sue enormi vincite sono oggi votate ad aiutare paesi emergenti o in via di transizione a rendersi delle “società aperte”, aperte non solo nel senso della libertà di scambi commerciali, ma soprattutto tolleranti nei confronti delle nuove idee e dei diversi approcci di pensiero e comportamentali”.
È uno dei finanziatori di movimenti rivoluzionari in Ucraina, in Georgia e anche Bielorussia.

 

Perchè è “famoso”?

 

Il 16 settembre 1992, Soros divenne improvvisamente famoso quando vendette allo scoperto più di 10 miliardi di dollari in sterline, approfittando della riluttanza da parte della Banca d’Inghilterra sia ad aumentare i propri tassi di interesse a livelli confrontabili con quelli degli altri paesi (il Sistema Monetario Europeo) sia a lasciare fluttuante il tasso di cambio della moneta. Alla fine, la Banca d’Inghilterra fu costretta a far uscire la propria moneta dallo SME e a svalutare la sterlina, e Soros nel processo guadagnò una cifra stimata in 1,1 miliardi di dollari. Da quel momento fu conosciuto come “l’uomo che distrusse la Banca d’Inghilterra”.

The Times, lunedì 26 ottobre 1992, riportò il commento di Soros: “La nostra esposizione durante il Mercoledì Nero doveva essere di quasi 10 miliardi di dollari. Noi avevamo previsto un guadagno maggiore. Infatti, quando Norman Lamont appena prima della svalutazione disse che avrebbe avuto bisogno di un prestito vicino ai 15 miliardi di dollari per difendere la sterlina, fummo contenti poiché era all’incirca la cifra che noi volevamo vendere”.

Sempre il 16 settembre 1992, Soros partecipò insieme ad altri speculatori ad un attacco contro la Banca d’Italia: vendendo lire allo scoperto contribuì a causarne una perdita valutaria pari a 48 miliardi di dollari; in conseguenza a tale azione speculativa la Lira Italiana riportò una perdita di valore del 30% e l’uscita dal Sistema Monetario Europeo. In un’intervista a Francesco Spini disse: “Ai tempi presi una posizione sulla lira perché avevo sentito dichiarazioni della Bundesbank .Si trattava di dichiarazioni pubbliche, non ho avuto contatti personali. Quella fu una buona speculazione”.
Per rientrare nello Sme, il governo italiano fu obbligato a una delle più pesanti manovre finanziarie della sua storia – circa 93 mila miliardi di lire – al cui interno, tra le tante misure, fece per la prima volta la sua comparsa l’imposta sulla casa (Ici), oggi divenuta Imu. Soltanto cinque mesi prima il presidente del consiglio di allora Giuliano Amato, proprio a causa della difficile situazione economica in cui versava il nostro Paese anche prima dell’attacco speculativo di Soros, era stato obbligato a dare il via libera al prelievo forzoso del 6/1000 sui conti correnti nella notte tra il 9 e 10 luglio.
Nel 1997 durante la crisi finanziaria asiatica, l’allora primo ministro malese Mahatir bin Mohamad accusò Soros di volere il deprezzamento della moneta malese, il ringgit.

Soros e i Rothschild .

sorosss

Abbiamo capito che la fortuna di Soros è dovuta alle speculazioni finanziarie in tutto il mondo… grazie alla sua azienda di fondi di investimento la “Quantum Fund”, i cui dirigenti, e allo stesso tempo i suoi rappresentanti, sono finanziatori italiani e svizzeri.Il collegamento tra Soros e i Rothschild si ottiene attraverso una rete di persone riservate che siedono in comitati amministrativi di fondi, trust, società, banche. Una di quelle persone era un certo Richard Katz un membro del comitato della “Quantum Fund”. Allo stesso tempo Katz era a capo della “Rothschild Italia SpA” e membro del comitato della banca commerciale “NM Rothschild & Sons “di Londra. Un altra pedina importante è Nils O. Taube, anche lui un membro della Quantum e partner del gruppo di investimento “St. James Place Capital”, che ora appartiene a Nathaniel Rothschild.Il collegamento si realizza anche attraverso la Société Générale Bank e il suo amministratore Michael Cicurel, presidente del direttivo di Edmund Rothschild e membro del Rothschild & Cie Banque board. Un altro partner frequente di Soros è stato James Goldsmith , collegato anch’esso alla dinastia Rothschild.

 

Gli “invisibles” …..speculazione svalutazione privatizzazione.

royal-yacht-britannia-invergordon-19571
Sono gli organizzatori del meeting dei banchieri della City tenutosi sul Britannia, alla presenza della regina Elisabetta II, il 2 giugno 1992 per complottare la privatizzazione dell’industria di stato italiana che doveva far seguito alla svalutazione della lira provocata da Soros e co. Citando dal discorso tenuto sul Britannia nelle acque del porto di Dublino, Irlanda, nel 1995, da Neil Jaggers, membro dell’esecutivo del BI e direttore per gli affari dell’Europa orientale, “il British Invisibles è un ente privato che ha per scopo la promozione della City di Londra”. Gli “invisibles” sono i “servizi” dell’alta finanza della City. BI funziona come punto di unione tra la finanza privata e il governo britannico. BI conta attualmente 114 membri, tutta l’élite finanziaria di Londra, parecchi rappresentanti del governo e della Bank of England, la banca centrale.
Naturalmente  Rothschild ha un ruolo di primo piano negli Invisibles. Ad esempio, secondo il rapporto del 1996 della BI, Sir Derek Thomas , direttore della NM Rothschild & Sons, già ambasciatore britannico a Roma nel periodo 1987-89, membro del BI dal 1992, è stato fino al 10 settembre 1996 presidente del comitato LOTIS (Liberalization of Trade in Services Committee, Comitato per la liberalizzazione del commercio in servizi). Rory Allan, della NM Rothschild & Sons, è membro del comitato del BI per l’Unione degli Stati Indipendenti ( l’ex URSS). William Lamarque, della NM Rothschild & Sons, è membro del “gruppo Cina” del BI. British Invisibles organizza seminari in tutti i punti strategici del globo appetibili alla City, soprattutto elaborando piani di privatizzazioni, apertura dei mercati alla finanza derivata, eliminazione di ogni barriera alla penetrazione del liberismo selvaggio della City. In molti casi, dice Jagger, BI ha il privilegio di usare lo yacht reale “Britannia”, spesso in combinazione con le visite della regina Elisabetta II o del duca di Kent, gran maestro della massoneria di rito scozzese. Il British Invisibles nel passato ha organizzato ogni anno una decina di simili incontri con o senza la regina.

 

 

La Russia di Vladimir Putin sotto attacco.

GENE-SHARP-AT-DESK

Esiste una strategia statunitense che dopo la caduta del muro di Berlino si è sviluppata in tutta una serie di Paesi dell’ex Unione Sovietica fino a colpire di recente la Russia di Vladimir Putin.Questa è la teoria  dello studioso e professore di Scienze politiche all’Università del Massachusetts Gene Sharp nel libro Dalla dittatura alla democrazia. Come abbattere un regime. Manuale di liberazione non violenta (nel 1993), è riuscita nel giro di pochi anni a ribaltare governi sfavorevoli agli interessi occidentali fino ad insediarne nuovi organici all’ordine liberale. La “tecnica della rivoluzione colorata” è una combinazione di simboli e immagini forti che ruota intorno ad alcuni elementi imprescindibili come le organizzazioni non governative promotrici della democrazia, le associazioni per i diritti umani, gli intellettuali, gli studenti, i mass media, il “marketing rivoluzionario” e i servizi segreti.
I primi laboratori in cui gli scritti di Gene Sharp sono stati sperimentati, risultano quei Paesi dell’Europa dell’Est e caucasici, che seppure staccati dall’Unione Sovietica rientravano nella sfera d’influenza russa: dal 1989 fino alla recente crisi ucraina si sono registrati infatti una serie di capovolgimenti estremamente simili fra loro. Tra queste, la rivoluzione di velluto in Cecoslovacchia (novembre-dicembre 1989), la rivoluzione del 5 ottobre in Serbia (2005), la rivoluzione delle Rose in Georgia (2003), la rivoluzione Arancione in Ucraina (2004), la rivoluzione dei Tulipani in Kirghizistan (2005), fino ad arrivare ai recenti sollevamenti in Macedonia e in Armenia.
Il copione è sempre stato lo stesso: le organizzazioni non governative (Amnesty International, Ocse, ecc.) finanziate e manovrate dagli istituti finanziari occidentali (Soros Foundation, ecc.) trovano il pretesto per alimentare lo scontro (brogli elettorali come in Ucraina nel 2004 oppure l’omofobia di Vladimir Putin ai giochi invernali di Sochi). I mass media creano consenso nel blocco statunitense, delegittimano il presidente di turno, e il più delle volte lo dipingono come un sanguinario dittatore. Le associazioni studentesche “chiedono” riforme attraverso un marketing politico sottile quanto provocatorio: si costruiscono di fatto attorno a un colore, un logo ben identificabile e slogan fortemente evocativi (“Otpor!” in Serbia che significa “Resistenza!”), in maniera da rendere le manifestazioni di grande impatto. Gli intellettuali o personalità dello Star System occidentale arrivano in soccorso dei “rivoltosi” per dare “autorevolezza morale” ai sollevamenti (vedi le visite del filosofo francese Bernard Henri Levy a Kiev in sostegno dei manifestanti pro-Ue, l’atto provocatorio dell’ex deputato italiano Vladimir Luxuria ai giochi invernali di Sochi, l’esaltazione delle “Pussy Riot” in Russia).vladimir-luxuria-omosessualità-sochi2014-1
In meno di vent’anni la Russia ha così perso terreno nelle aree storicamente sotto la sua influenza fino ad essere circondata dall’apparato militare della Nato. In un mondo dove la comunicazione giornalistico-televisiva riesce da sola a compiere cambiamenti epocali, Vladimir Putin è corso ai ripari. Già un paio di anni fa la Duma aveva approvato un disegno di legge che disciplina l’attività delle organizzazioni non governative finanziate dall’estero e che sono attive politicamente sul territorio russo. Il testo recita così: “possono essere dichiarate indesiderabili tutte quelle organizzazioni che minacciano l’ordine costituzionale della Federazione, la sua capacità di difesa, o la sicurezza dello Stato”.

 

Faccio presente che Soros controlla  media e non solo in Serbia.

E’ importante sapere che i media “indipendenti”, come B92, Studio B, TV Pink, TV Panonija, ANEM (le stazioni TV Devic, RTV Globus, RTV M +, RTV Kraljevo, RTV Nisava , RTV Pancevo, Spektar RTV, RTV Trstenik, le stazioni radio Radio 021, Bum 93, Radio Sombor, Radio Index, Radio Subotica, Radio Pirot, Radio Ozon …), la radio “Free Europe” … La TV via cavo della rete FFS e la televisione satellitare TV TOTAL che sono in espansione, sono di proprietà di Soros. Le società di produzione VIN e PG si assicurano che l’informazione promulgata sia unitaria e coerente. Il Media Centre fa pubblicità addizionale per il cosiddetto settore ONG In aggiunta ai mezzi di comunicazione elettronici, la lista di Soros include i giornali e le riviste Danas, Vreme, Evropa, Republika, l’associazione indipendente dei mezzi di comunicazione locali “Local Press” (i giornali Pancevac, Kikindske, novine Vranjske, rec Nasa …), la case editrici Samizdat, Dan graf, cultura Stubovi, knjiga Fabrika, Klio, pres Aleksandrija; gli editori Bookbridge e Beopolis … Controlla anche l’agenzia di informazione Sense e le due maggiori agenzie di informazione della Serbia – Beta e Fonet. Allo stesso tempo, queste agenzie sono filiali di AP (Associated Press) e Reuters, che sono di proprietà del Rothshilds fin dal 19 ° secolo. Soros si e’ anche infiltrato nelle istituzioni educative e culturali, nei teatri, nella Biblioteca Nazionale, nell’Archivio Storico, nella SANU (L’Accademia delle Arti e delle Scienze serba) … Ha raccolto intorno a sé un folto gruppo di attori, registi, drammaturghi, musicisti, scrittori, scienziati, analisti, ex diplomatici, che lo assistono nel coinvolgere sempre piu’ seguaci.

Soros e i migranti.

sor

«Il futuro dell’Ue si decide sui migranti: investire nell’accoglienza può dare grandi frutti»

Soros ora preferisce impegnarsi nelle sue fondazioni che aiutano i rifugiati e i migranti in Italia, in Grecia, lungo tutte le rotte dei Balcani e in Ungheria. Si è convinto che le prospettive dell’Europa inclusa la ripresa dell’economia si decidano sulle sue capacità di assorbire i nuovi stranieri.

Ricordo questa  notizia di pochi giorni fa ;

Passato sotto l’assoluto silenzio della stampa italiana, lo scoop di Sky News il cui inviato Jonathan Samuels ha trovato, presso l’Isola di Lesbo in Grecia, un vero e proprio manuale operativo del perfetto clandestino, ancora in buone condizioni tra giubbotti di salvataggio e resti di gommoni arenati sulla spiaggia, intitolato “w2eu”, cioè “benvenuti in Europa” e recante sulla copertina la suggestiva fotografia di un giovane su una spiaggia al tramonto, mentre guarda il mare, un paio di remi ai suoi piedi. Il “codice” è scritto in arabo e contiene i numeri di telefono delle organizzazioni in grado di aiutare gli immigrati durante il viaggio, come la Croce Rossa e l’Unhcr – alto commissariato dell’Onu per i rifugiati.

A questo punto la domanda sorge spontanea: chi finanzia questa guida distribuita ai migranti e le associazioni che li sostengono? Molti sostengono che sia la guida dell’immigrato via mare sia le due principali organizzazioni che lo sostengono rimandino niente meno che alla grande ricchissima associazione per di diritti umani Human Rights Watch (HRW), a sua volta finanziata per 100 milioni di dollari sui 128 del capitale dichiaratamente detenuto dalla Ong dal leggendario finanziere, speculatore e presunto filantropo George Soros. In effetti, la HRW è citata più volte nei portali w2eu e WatchTheMed. Oltre a collimare perfettamente con le indiscrezioni riportate in agosto dal periodico austriaco InfoDirekt, sembra palese il  ruolo del magnate americano di origine ungherese, insieme al Dipartimento di Stato Usa, nella promozione dell’invasione europea da parte delle masse di immigrati irregolari, lo stesso premier magiaro Viktor Orban, uno che di solito non le manda a dire, ha puntato il dito proprio contro George Soros in una recente intervista al giornale Hungary Today , accusandolo di sostenere direttamente e indirettamente le Ong che favoriscono l’immigrazione illegale, le quali si stanno costruendo “una fortuna” sulle rovine della crisi immigratoria.

 

 

 

 

 

http://www.corriere.it/esteri/15_settembre_26/george-soros-se-premier-porta-termine-riforme-l-italia-crescera-piu-resto-d-europa-0d6deb1e-6417-11e5-a4ea-e1b331475bf0.shtml

http://www.movisol.org/soros2.htmhttp://www.cfoss.com/wizard.html

https://aurorasito.wordpress.com/2015/04/25/nato-e-soros-puntano-sullestrema-balcanizzazione-per-sabotare-il-turkish-stream/

http://www.truedemocracy.net/hj37/01a.html

https://www.radioislam.org/islam/english/jewishp/serbia/soros-serbia.

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/russia-contro-ong-cui-soros-1151548.html

http://www.ilprimatonazionale.it/esteri/benvenuti-europa-la-guida-del-perfetto-clandestino-gentilmente-offerta-george-soros-30950/

http://ria.ru/politics/20150708/1120603753.html

 

 

A proposito di … Nikolas Tesla. – Nis

Periodicamente grandi esseri appaiono sulla scena del mondo con innovazioni che renderebbero piacevole la vita su questo pianeta, mentre altri uomini meschini cercano di rendere la vita su questo pianeta un inferno.

E le cose stanno andando così come le vediamo oggi perché non ci siamo meritati i doni che ci hanno portato.

Questo è successo e succede perché non li abbiamo difesi, possiamo giustificarci, ammesso che serva a qualcosa, con il fatto che non eravamo consapevoli. Avremmo dovuto difenderli non perché fossero dei deboli, ma perché non meschini da scendere così in basso come i loro oppositori che invece sono ricorsi ad ogni mezzo lecito ed illecito per toglierli di scena. Nonostante questo i grandi esseri, a differenza dei loro meschini oppositori, sono sempre benvoluti da ogni persona di sani principi che venga a sapere di loro.

Ora stiamo diventando sempre più consapevoli, diamo quindi a loro il giusto riconoscimento di benefattori dell’Umanità.

Fig.1: Louis Pasteur Fig. 2: Antoine Béchamp Se avessimo seguito Antoine Bechamp invece che Pasteur non ci sarebbero le multinazionali farmaceutiche, perché non ci sarebbe alcuna “Teoria dei Germi”, teoria che costituisce il fondamento della medicina allopatica e il mondo non sarebbe invaso da miliardi di tonnellate di schifose misture velenose chiamate farmaci e prodotti chimici, uno dei più grandi inquinamenti del pianeta. E tante altre cose.

Se avessimo seguito Arnold Ehret non ci sarebbe fame nel mondo, non ci sarebbero allevamenti, intensivi e non, non ci sarebbe stata nessuna mucca pazza, nessuna epidemia dei polli, nessun inquinamento da biogas, non ci sarebbero coltivazioni di soia transgenica in Sud America negli sterminati campi ricavati abbattendo foreste pluviali e uccidendo Indios. E il cancro sarebbe pressoché sconosciuto. E tante altre cose.The Truth About Zero Point Energy Generators

Se avessimo seguito Tesla, oggi non dovremmo confrontarci con il più grande disastro ecologico di tutti i tempi, l’inquinamento del Golfo del Messico da parte della BP, perché non ci sarebbe alcuna BP e il petrolio sarebbe una curiosità, e ai bambini di oggi diremmo: “Lo sai che alla fine dell’800 avevano provato a fare andare le auto con un motore che andava a benzina, una sostanza raffinata del petrolio? Ce n’è ancora uno in un museo!” E tante altre cose.

Tante sono state le persone che ci hanno indicato la strada per una evoluzione lineare, consapevole e pacifica, non ci sarebbero tutte queste guerre che attanagliano il mondo, non ci sarebbero i terroristi, non ci sarebbero tante delle cose che non ci piacciono con cui dobbiamo confrontarci ogni giorno.

Il primo passo è diventare consapevoli e orientare il proprio pensiero alle cose giuste che è in grado di fare l’Uomo, non a dedicarsi all’espressione di rabbia e collera contro coloro che ci vogliono ridurre a zombie.

 

“Un singolo raggio proveniente da una stella molto distante, caduto in tempi remoti sull’occhio di un tiranno, può aver cambiato il corso della vita, può aver mutato la storia delle nazioni, può aver trasformato la superficie del globo terrestre… Ecco quanto intricati, quanto incomprensibilmente complicati sono i processi in Natura”.

nikola teslafirma tesla

Il 10 Luglio 1856 a Smiljan nasceva Nikola Tesla, scienziato, fisico, inventore, o più semplicemente colui che è stato da molti definito “l’uomo che ha inventato il ventesimo secolo”.

 

Non era uno scienziato e un inventore come tanti altri, ma la sua vita fuori dal comune ed i suoi eccentrici esperimenti furono strettamente legati. Genio e follia. Questo fu chiaro fin da subito, dato che al momento della nascita era in corso un fortissimo temporale con tuoni e lampi, e l’ostetrica disse “Sarà il figlio dei temporali”, ma sua madre precisò “No, sarà il figlio della luce!”. E mai ci fu una predizione più azzeccata.

Tesla è infatti padre della moderna corrente alternata, dei neon, della radio, della TV, dei radar, dei raggi X, e molte altre invenzioni ed esperimenti che forse non furono mai portati a termine se non nella fervida fantasia dell’inventore. Fu però costretto a lottare per tutta la vita vuoi contro chi voleva sminuire le sue invenzioni, come Edison che non volle mai dare credito alla corrente alternata, vuoi con chi cercò impropriamente di rubargliele, come Marconi con la radio. Tesla morì solo, abbandonato dai suoi finanziatori e accusato di essere diventato troppo folle per fare lo scienziato.Фотография N.Tesla

Molti dei suoi appunti si dice siano misteriosamente spariti dalla sua stanza prima che il nipote Sava Kosanovic’ si recasse a visitare la salma. Altri furono sottratti alla famiglia per ricerche top secret dell’esercito statunitense e poi andarono misteriosamente persi anch’essi.

Ma il suo genio, era tutto frutto di studi e ricerche?

Sappiamo che fin da quando era piccolo, Tesla era solito vedere come dei lampi di luce, e da questi lampi scaturivano delle immagini, tanto che faticava a distinguere tra fantasia e realtà. Con il tempo, come dice lui stesso nella sua biografia, queste immagini divennero vere e proprie visioni, in cui lui poteva montare e smontare le sue invenzioni e vederle in funzione prima ancora di averle costruite.

Scientist's Story 2 : Nikola Tesla

Ma non sono solo queste incredibili caratteristiche a rendere Nikola Tesla un uomo troppo avanti per i suoi tempi. Come disse in uno dei suoi più famosi interventi, Tesla credeva in un futuro di pace, un mondo libero con un’energia disponibile per tutti e su larga scala.

Se estraiamo energia dal petrolio, vivremo legati ad un capitale che verrà rapidamente esaurito. Questo è un metodo barbaro e iniquamente dispendioso, che deve essere fermato nell’interesse delle generazioni future. […] La conclusione inevitabile è che l’energia idraulica sia, fino ad ora, la migliore delle risorse a disposizione. L’umanità dovrebbe investire i propri sforzi e le proprie speranze su questa fonte. Attraverso il suo completo sviluppo, e attraverso un perfetto sistema di trasmissione senza fili dell’energia a qualsiasi distanza, il genere umano potrà risolvere tutti i problemi dell’esistenza fisica e materiale. La distanza, che è il principale nemico del progresso umano, sarà completamente annientata nei pensieri, nelle parole e nelle azioni. L’umanità sarà unita, la guerra diverrà impossibile e la pace regnerà sovrana.

Ovviamente questo mondo non era concepibile dai suoi contemporanei, e anche adesso ci sembra lontano anni luce. Eppure Nikola Tesla ci credeva, e molti come lui ancora ci credono e sanno che è possibile. La verità, prima o poi viene sempre a galla, le forze universali, quell’energia infinita e gratuita che aveva scoperto e stava studiando negli ultimi anni della sua vita, per cui è stato ridicolizzato e abbandonato da tutti, c’è, è reale, anima il cosmo e l’universo e continua a trasmettersi libera ovunque, che la sentiamo oppure no. Che noi ci crediamo, oppure no.

Mi chiamarono pazzo nel 1896 quando annunciai la scoperta dei raggi cosmici.
Ripetutamente si presero gioco di me e poi, anni dopo, hanno visto che avevo ragione.
Ora presumo che la storia si ripeterà quando affermo che ho scoperto una fonte di energia finora sconosciuta, un’ energia senza limiti, che può essere incanalata.

Nikola Tesla, “L’uomo che inventò il XX secolo”.
tratto da un articolo di L.Gianazza
fonte http://www.nikolatesla.it

Ferdinando Imposimato.Patty.

Ferdinando Imposimato è un magistrato, politico e avvocato italiano.

È presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione.   imposiSi è occupato della lotta alla mafia, alla camorra e al terrorismo: è stato il giudice istruttore dei più importanti casi di terrorismo, tra cui il rapimento di Aldo Moro del 1978, l’attentato al papa Giovanni Paolo II del 1981, l’omicidio del vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura Vittorio Bachelet e dei giudici Riccardo Palma e Girolamo Tartaglione. Attualmente si occupa della difesa dei diritti umani.

Ferdinando Imposimato punta il dito contro il gruppo Bilderberg.
Indagando sul sequestro e sull’omicidio di Aldo Moro, Imposimato è inciampato in un documento molto “caldo” il tutto lo ha sorpreso non poco , in questo documento si evince che dietro gli atti terroristici ci sia la mano di Bilderberg .
Dichiara Imposimato “Si tratta di azioni delittuose che coinvolgono il gruppo Bilderberg. Dopo alcuni riscontri mi sento di affermare che dietro alla strategia della tensione ci possa essere l’ombra di Bilderberg, con il coinvolgimento e l’utilizzo di terroristi e massoni”.
Dice ancora Imposimato:Ho fatto delle verifiche e posso dire che dietro la strategia della tensione e alle stragi c’è (anche) il gruppo Bilderberg, una specie di Grande Fratello che sta sopra, manovra, si serve di terroristi neri e massoni”. “Falcone e Borsellino dice ancora Imposimato sono morti anche perchè hanno scoperto chi manovrava gli appalti su grandi infrastrutture, tra cui la Tav. Io li conoscevo e avevano scoperto che negli appalti pubblici c’erano la mafia e alcune grandi imprese del nord, anche sulla Tav, una delle grandi opere che ha visto mazzette divise tra mafiosi e criminali”.

Otto Kahn .-Patty.

Otto Kahn è stato un socio di Jacob Schiff e Paul Warburg Kuhn Loeb, la più influente banca d’investimento americana.otto

Otto Kahn illustra come questi banchieri creino la realtà supervisionando ciò che accade nella cultura. Kahn ha finanziato numerosi film e ha praticamente creato il Metropolitan Opera di New York.
È stato responsabile dell’introduzione di Stanislavskij, Nijinsky, dei giocatori dell’Abbazia, del Teatro d’Arte di Mosca, e di quasi tutti gli altri personaggi e gli eventi durante il periodo più vigoroso della storia del teatro americano.
Ha sovvenzionato, sponsorizzato e intrattenuto stretti rapporti con Toscanini, Caruso, Chaliapine, Pavlova, Pirandello, Eugene O’Neill, Paul Robeson, Grace Moore e centinaia d’altri artisti i cui nomi fanno ormai parte di questa storia.
Appare a tutti coloro che hanno occhi per vedere, la loro agenda satanica che comprende la distruzione del matrimonio e della famiglia, l’integrazione al satanismo, all’omosessualità, alla pornografia, alla promiscuità, alla pedofilia e all’incesto.

Fonte:http://sebirblu.blogspot.it/2014/02/il-controllo-del-mondo-svelato-da.html

Luigi Ciotti.-Patty.

Vi auguro di essere eretici perché eresia dal greco significa scelta. Eretico è la persona che sceglie. L’eretico è colui che più della verità ama la ricerca della verità. L’eresia dei fatti prima di quella delle parole. L’eresia che sta nell’etica prima che nei discorsi. L’eresia della coerenza, del coraggio, della gratuità, della responsabilità, dell’impegno. Oggi è eretico chi mette la propria libertà al servizio degli altri, chi impegna la propria libertà per chi ancora libero non è. Eretico è colui che non si accontenta dei saperi di seconda mano, chi studia chi approfondisce chi si mette in gioco in quello che fa chi crede che solo nel “noi” l’”io” possa trovare una realizzazione. Chi si ribella al sonno delle coscienze, chi non si rassegna alle ingiustizie, chi non pensa che la povertà sia una fatalità. Chi non cede alla tentazione del cinismo e dell’indifferenza che sono le malattie spirituali della nostra epoca.

Chi comanda il mondo?.-Patty.

 chi-comanda-il-mondo-video-povia

Singolo-denuncia del cantautore milanese Giuseppe Povia, che con questa canzone dimostra di avere molto coraggio,e di essere contro il sistema!!!!

Su Facebook scrive;
Ecco chi comanda il mondo, ecco la canzone-video-denuncia a questa dittattura finanziaria europea e mondiale.Con la speranza che tutti ne prendano coscienza e chi già sa, cominci a fare qualcosa. Questa volta ve lo chiedo: CONDIVIDETE, DIFFONDETE, DIVULGATE DOVUNQUE.” Povia invita tutti i fans a fare la stessa cosa, ovvero condividere nelle pagine sociali dei grandi cantanti, politici, giornali e giornalisti, al fine di denunciare questa “dittatura”.

La canzone farà parte della colonna sonora del film documentario “La centesima scimmia” “The Hundredth Monkey”, di Marco Carlucci.

Il video  è stato diretto da Marco Carlucci e prodotto da Primafilm. Nelle immagini  il Presidente della BCE (Banca Centrale Europea) Mario Draghi, il Presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker e Angela Merkel.

 

 

Il Duce.-Patty.

Riaffiora dal passato… Mussolini.

Benito-MussoliniBenito Amilcare Andrea Mussolini uomo politico, giornalista e dittatore italiano.Figlio del fabbro Alessandro Mussolini e della maestra elementare Rosa Maltoni , nacque il 29 luglio 1883 a Dovia, una frazione del comune di Predappio, in una casa che esiste ancora nell’attuale via Varano Costa.emilia-romagna_4kahu.T0
Il nome “Benito Amilcare Andrea” fu deciso dal padre,un socialista, desideroso di rendere omaggio alla memoria di Benito Juárez, leader rivoluzionario ed ex-presidente del Messico, di Amilcare Cipriani, patriota italiano e socialista, e di Andrea Costa, imolese, leader del socialismo italiano che nell’agosto 1881 fondò a Rimini il Partito Socialista Rivoluzionario di Romagna ..
Benito Mussolini ha dominato la storia italiana per oltre un ventennio, dal 1922 al 1945. Divenuto, negli anni del suo potere, una delle figure centrali della politica europea e anche mondiale, ha incarnato con Stalin e Hitler il tipo del dittatore moderno. Il movimento da lui fondato, il fascismo, da italiano diventò un fenomeno internazionale, a cui è stata assimilata genericamente una serie di regimi autoritari e dittatoriali antidemocratici e antimarxisti, tra i quali il nazismo .

Mussolini era una figura emergente nell’ambito del neoformato Partito nazionale fascista, poco dopo la “marcia su Roma” venne incaricato dal re della formazione del governo, instaurando nel giro di pochi anni un regime dittatoriale. In politica internazionale affrontò l’esperienza coloniale in Etiopia, si fece coinvolgere dai buoni rapporti con la Germania di Hitler nella persecuzione degli Ebrei, fino poi alla partecipazione al conflitto mondiale. I pessimi risultati bellici portarono il Gran Consiglio a votare la mozione Grandi presentata contro di lui . Liberato dai Tedeschi, Mussolini si pose a capo, nell’Italia occupata dai nazisti, della Repubblica sociale italiana, che operò agli ordini dei nazisti impegnandosi nella repressione della resistenza dei partigiani. Fu arrestato a Dongo dai partigiani nei giorni della Liberazione mentre tentava la fuga in Svizzera, travestito da soldato tedesco, fu giustiziato a Giulino di Mezzegra il 28 aprile 1945. Il suo corpo venne esposto a piazzale Loreto, a Milano, nel luogo dove erano stati ammazzati diversi partigiani.

Cosa fece per L’ Italia?

tratto da ” Il Palazzo e la piazza. Crisi, consenso e protesta da Mussolini a Beppe Grillo” di Bruno Vespa.

 

Il Duce spesso amava ripetere ; “Nei primi dieci anni del mio governo­ si è speso in opere pubbliche più di quanto abbiano speso i governi li­berali nei primi sessant’anni dal­l’Unità d’Italia”. Il bilancio della polizia, altra po­sta strategica del regime, fu decur­tato del 30 per cento, come quello della Giustizia, mentre gli stanzia­menti per le Colonie furono ridot­ti quasi del 50 per cento.
Non tagliò la Pubblica istruzione , la scuola era uno dei settori sui quali Mussolini puntava mag­giormente ricordiamo lo slogan “Libro e moschet­to”, l’istruzione non fu mai veramente fascistiz­zata , perché tra gli stessi in­segnanti fascisti erano pochi quelli che accettavano di svuotare la scuola della sua funzione culturale appiatten­dosi completamente sulle esi­genze del regime. Furono ridotti del 20 per cento anche i servizi fi­nanziari, malgrado i robusti inter­venti per salvare banche e impre­se. Nella prima metà degli anni Trenta il bilancio dello Stato oscil­lò tra i 19 e i 21 miliardi di lire. Nel­l’esercizio finanziario 1930-31 il disavanzo fu limitato al 2,5 per cento, dall’anno successivo passò via via dal 20 al 35, per ridi­scendere al 10 nel biennio 1934-35 .
Per farvi fronte, non volendo ri­nunciare alla parità aurea nono­stante la svalutazione del dollaro e della sterli­na, Mussolini fu costretto in cin­que anni a di­mezzare le ri­serve d’oro della Banca d’Italia. Gli inasprimenti fiscali raggiun­sero il picco nel 1934 con l’aggravio delle imposte sugli scambi e sulle successioni. Fu lì che il Du­ce disse basta, con una frase che suonerebbe ancor oggi di notevo­le buonsenso:

“La pres­sione fiscale è giunta al suo limite estremo e biso­gna la­sciare per un po’ di tempo as­solutamente tranquillo il contri­buente italiano e, se sarà possibi­le, bisognerà alleggerirlo, per­ché non ce lo troviamo schiacciato e defunto sotto il pesante far­dello !”.

La diffusione delle biciclette e delle tramvie ex­traurbane aveva favorito il pendola­rismo tra campagna e città, cosicché si for­mò una potenziale nuova classe lavoratrice che i sindaca­ti cercarono di arginare, difenden­do gli operai urbani. I sindacati fa­scisti chiesero la riduzione del­l’orario lavorativo settimanale a 40 ore a parità di salario: l’Italia fu il primo paese al mondo a intro­durre tale misura fin dal 1934, una scelta così avanzata che è ancora in vigore quasi ottant’anni dopo.

Nel 1933 il regime modificò radi­calmente il sistema assicurativo pubblico creando l’Istituto nazio­na­le fascista della previdenza so­ciale (Infps), dotato di gestione autonoma. Prima della fine del decennio, furono appron­tati diversi ammortizzatori sociali,come l’assicurazio­ne contro la disoccupazio­ne, gli assegni familiari e le integrazioni salariali per i lavoratori sospesi o a ora­rio ridotto. Per compensare i sacri­fici chiesti ai lavoratori e alle loro famiglie con le riduzioni salariali, il regime predispose una serie di servizi sociali e di possibilità ricre­ative, sportive, culturali, sanita­rie, individuali e collettive, sino al­lora sconosciute o quasi in Italia e che influenzarono largamente il loro atteggiamento verso il fasci­smo e soprattutto quello dei giova­ni che più ne usufruirono.
In un paese ancora povero, in cui pochissimi bambini potevano permettersi le vacanze al mare, fu provvidenziale l’istituzione delle colonie estive, i cui ospiti passaro­no da 150mila nel 1930 a 475mila nel 1934. Nel 1926, un anno dopo la sua costituzione, l’Opera nazio­nale dopolavoro contava 280mila iscritti, che un decennio più tardi erano saliti a 2 milioni 780mila, per raggiungere i 5 milioni alla vigi­lia della seconda guerra mondia­le: quasi il 20 per cento dell’intera popolazione italiana.

Agli adulti la tessera del dopolavoro dava dirit­to a forti sconti su ogni tipo di sva­go: dai cinema ai teatri, dai viaggi alle balere, dagli abbonamenti ai giornali alle partite di calcio. Tut­ti, iscritti e non, avevano diritto ­se bisognosi alla refezione scola­stica, a libri e quaderni gratuiti,al­l’accesso a colonie marine, ai cam­peggi estivi e invernali, all’assi­stenza nei centri antitubercolari.

Rexford Tugwell, l’uomo più di sinistra dell’amministrazione americana, pur collocandosi ideo­logicamente agli antipodi del fa­scismo, riconosceva che il regime stava ricostruendo l’Italia mate­rialmente e in modo sistematico.

“Mussolini ha senza dubbio gli stes­si oppositori di Roosevelt, ma con­trolla la stampa e così costoro non possono strillare le loro fandonie tutti i giorni. Governa un paese compatto e disciplinato, anche se con risorse insufficienti. Almeno in superficie, sembra aver com­piuto un enorme progresso. Il fa­scismo è la macchina sociale più scorrevole e netta, la più efficiente che io abbia mai visto e ne sono invidioso “.

La morte.
Anche per Mussolini la sua morte ha varie versioni….

I tre esecutori diedero versioni differenti sulla morte di Mussolini e di Clara Petacci, però tutti e tre concordarono sulla modalità con cui l’esecuzione fu eseguita. Diciamo che la loro testomonianza è quella ufficiale.

 Moretti armato di mitra francese MAS, calibro 7,65 lungo, Lampredi armato di pistola Beretta modello 1934, calibro 9 mm. L’arma di Walter Audisio, un mitra Thompson, sarà successivamente riconsegnata al commissario politico della divisione partigiana dell’Oltrepò, Alberto Maria Cavallotti, senza essere stata utilizzata.

Le varie versioni dei fatti, fornite o riferite da Walter Audisio, pur differendo su particolari minori, descrivono la stessa meccanica dell’evento. L’ultima descrizione degli stessi, pubblicata postuma, a cura della moglie di Audisio, è sostanzialmente confermata dal memoriale di Aldo Lampredi, consegnato nel 1972 e pubblicato su L’Unità nel 1996.

Giunti a casa De Maria,  sollecitano Mussolini, trovato stanco e dimesso, e la Petacci a lasciare rapidamente l’abitazione. In strada i prigionieri sono fatti sedere nei sedili posteriori della vettura e vengono accompagnati nel luogo precedentemente scelto per l’esecuzione poco distante si tratta di un angusto vialetto, via XXIV Maggio a Giulino, in posizione assai riparata davanti a Villa Belmonte. Qui i due sono obbligati a scendere.

Moretti e Lampredi sono inviati a bloccare la strada nelle due direzioni, mentre a Mussolini viene fatto cenno di dirigersi verso il cancello. Sembra smarrito, Claretta piange. Audisio sospinge Mussolini verso l’inferriata e pronuncia la sentenza:

“Per ordine del Comando Generale del Corpo Volontari della Libertà sono incaricato di rendere giustizia al popolo italiano” e, rivolgendosi a Claretta che si aggrappava all’amante: “Togliti di lì se non vuoi morire anche tu”. Tenta di procedere nell’esecuzione ma il suo mitra si inceppa; Lampredi si avvicina, estrae la sua pistola, ma anche da questa il colpo non parte, chiama allora Moretti che, di corsa, gli porta il suo mitra. Con tale arma il “colonnello Walter ” scarica una raffica mortale di cinque colpi sull’ex capo del fascismo. La Petacci, postasi improvvisamente sulla traiettoria del mitra, è colpita ed uccisa per errore. Viene poi inferto un colpo di grazia al cuore di Mussolini con la pistola.dittatori-morti-mussolini_650x435
Sul luogo dell’esecuzione furono poi rinvenuti proiettili calibro 7,65, compatibili con quelli del mitra francese del Moretti.
Sono le ore 16.10 del giorno 28 aprile 1945.

L’edizione locale dell’Unità, il giorno seguente, riporta il fatto con questo titolo a tutta pagina:
“Mussolini e i suoi accoliti giustiziati dai patrioti nel nome del popolo”; mentre l’edizione nazionale del 1º maggio riporta in prima pagina un’intervista col partigiano di cui non viene fatto il nome che “ha giustiziato il Duce”, intitolata:
“Da una distanza di 3 passi sparai 5 colpi a Mussolini”.
In piazzale Loreto furono portati diciotto cadaveri: Benito Mussolini, Clara Petacci e i sedici giustiziati a Dongo.

Verso le 7 del mattino, mentre i partigiani lasciati di guardia alle salme ancora dormivano, i primi passanti si accorsero dei cadaveri. Complice un passaparola che in poco tempo attraversò tutta Milano, la piazza si riempì velocemente. Non era stata prevista alcuna misura di contenimento: nella calca le prime file di folla vennero spinte verso i cadaveri, calpestandoli e sfigurandoli. Molti insultavano, dileggiavano, sputavano e prendevano a calci i cadaveri. Una donna sparò al cadavere di Mussolini cinque colpi di pistola per vendicare i propri cinque figli morti in guerra. Mentre sui cadaveri venivano gettati ortaggi, a Mussolini per dileggio venne messo in mano un gagliardetto fascista. Qualcuno orinò sul cadavere della Petacci. Alle 11 la situazione non era più governabile neanche con scariche di mitra. Una squadra di Vigili del Fuoco giunta con un’autobotte lavò abbondantemente i cadaveri imbrattati di sangue, sputi, orina e ortaggi.

A quel punto gli stessi pompieri trassero via dal centro della piazza i sette cadaveri più noti, issandoli per i piedi alla pensilina del distributore di carburante che si trovava all’angolo fra la piazza e corso Buenos Aires e lasciandoli lì appesi a testa in giù.Cadaveri_piazzale_Loreto Si trattava dei corpi di Mussolini, di Claretta Petacci di Alessandro Pavolini, di Paolo Zerbino, di Ferdinando Mezzasoma, di Marcello Petacci e di Francesco Maria Barracu il cui cadavere però cadde subito a terra e verrà sostituito con quello di Achille Starace.

Arrivarono sul luogo anche numerosi fotografi e nel corso della mattinata arrivò anche una pattuglia di soldati americani assieme ad una troupe di cineoperatori militari che filmò la scena. Le numerose fotografie scattate in quelle ore animarono, nei giorni seguenti, un fiorente mercato venendo vendute come un ricercato “souvenir di un momento vissuto”, bloccato dopo due settimane dal nuovo prefetto cittadino che ordinò l’immediato sequestro delle fotografie dalle cartolerie e la loro rimozione da ogni luogo pubblico.

Verso mezzogiorno, con una camionetta, viene condotto sul luogo anche Achille Starace, ex segretario generale del Partito nazionale fascista, arrestato per le vie di Milano in zona ticinese, giudicato in un’aula del vicino Politecnico e fucilato da un plotone improvvisato di partigiani alla schiena, sul marciapiede a lato del distributore ove erano stati appesi gli altri cadaveri.

Nel primo pomeriggio una squadra di partigiani del distaccamento “Canevari” della brigata “Crespi”, su ordine del comando, entrò in piazza e rimosse i corpi trasportandoli nel vicino obitorio di piazzale Gorini.

In serata, il CLNAI riunito emanava una comunicato con il quale si assumeva la responsabilità dell’esecuzione di Mussolini quale conclusione necessaria di una lotta insurrezionale. La massima istituzione resistenziale affermava la volontà di rompere con il fascismo, segnando la fine di un periodo storico di vergogne e di delitti ed inaugurando l’avvento di una nuova Italia, fondata sull’alleanza delle forze che avevano preso parte alla lotta contro la dittatura.

La scena sarà così descritta dal poeta Ezra Pound, sostenitore del fascismo, in una sua lirica:

« L’enorme tragedia del sogno sulle spalle curve del/ contadino/ Manes! Manes fu conciato e impagliato / Così Ben e la Clara a Milano / per i calcagni a Milano / Che i vermi mangiassero il torello morto »

 
La salma di Mussolini fu seppellita in forma anonima nel cimitero Maggiore di Milano, il 5 agosto 1945, presso il “Campo 10”, successivamente al “Campo 14”, tomba numero 7.
Il tumulo aveva il numero 384 e sebbene non vi fosse stato apposto alcun nome, proprio per evitare di far identificare il cadavere, ben presto la gente individuò il posto, che divenne meta di molti curiosi e di qualche commosso nostalgico.

Nella notte tra il 22 aprile e il 23 aprile 1946, all’approssimarsi del primo anniversario della sua morte, tre fascisti, Mauro Rana, Antonio Parozzi e Domenico Leccisi, trafugarono la salma. In due lettere all’Avanti! e all’Unità il gruppo comunicò che il partito fascista, non avendo ottenuto risposta alle richieste di una sepoltura di Mussolini, aveva deciso di prendere in custodia la salma.
Il 7 maggio, dopo varie peripezie, i trafugatori decisero di consegnarla ai frati minori dell’Angelicum di Milano nelle mani dei padri Alberto Parini ed Enrico Zucca.

La salma rimase nascosta nel convento per un po’, e trasferita tra maggio e luglio presso la Certosa di Pavia.
Il 30 agosto 1957, la salma di Mussolini, segretamente conservata nel convento dei Cappuccini di Cerro Maggiore, viene riconsegnata alla famiglia.

Tutti i resti furono seppelliti il 1º settembre nel cimitero di San Cassiano in Pennino, vicino a Predappio, dove ora si trovano.cimitero-monumentale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

http://www.ilgiornale.it/news/interni/quella-ricetta-mussolini-che-salv-litalia-crisi-853709.html
http://archiviostorico.unita.it/cgi-bin/highlightPdf.cgi?t=ebook&file=/archivio/uni_1947_03/19470328_0001.pdf
http://www.treccani.it/enciclopedia/benito-mussolini_%28Dizionario-Biografico%29/

Putin.-Patty.

Ultimamente Putin è ammirato da molti ,indubbiamente è un personaggio carismatico oserei dire  simpatico.
Un presidente che sa imporre le sue idee… vediamo di conoscerlo meglio.

meet-the-pr-firm-that-helped-vladimir-putin-troll-the-entire-country

Vladimir Vladimirovič Putin nato a San Pietroburgo, il 7 ottobre 1952 è un politico ed ex agente segreto russo.
Il settimanale statunitense TIME lo ha eletto Persona dell’anno 2007. Secondo Forbes è la persona più potente del mondo.

Il 28 luglio 1983   sposò Ljudmila Škrebneva ,634951456797888333_putin_ljudmilaal tempo una studentessa di Filologia spagnola .La coppia ha due figlie, Marija Putina, nata nel 1985, ed Ekaterina (Katia) Putina, nata nel 1986 a Dresda. Le due studiarono alla Scuola Tedesca di Mosca (Deutsche Schule Moskau) fino a che il padre fu nominato Primo Ministro.  Putin e Ljudmila hanno annunciato pubblicamente all’inizio di giugno 2013 la fine del loro matrimonio.

 

 
È stato Primo ministro della Federazione Russa dall’8 agosto 1999 al 7 maggio 2000, su nomina di Boris El’cin. Svolse le funzioni di Capo dello Stato dopo le dimissioni di El’cin, dal 31 dicembre 1999, e poi fu eletto Presidente della Federazione Russa dal 2000, riconfermato in carica nelle elezioni del 14 marzo 2004. Impossibilitato a un terzo mandato per il dettame della Costituzione Russa, ha favorito la vittoria del suo delfino Dmitrij Medvedev, che l’ha nominato nuovamente Primo ministro il giorno stesso del suo insediamento, il 7 maggio 2008.

Il 27 maggio 2008 il Presidente della Repubblica Bielorussa lo ha nominato Primo Ministro dell’Unione Russia-Bielorussia. Il 4 marzo 2012 è stato eletto per la terza volta Presidente della Federazione Russa succedendo a Dmitrij Medvedev, il cui mandato è scaduto il 7 maggio 2012.

L’inizio.Putin-giovane

A 18 anni studia diritto all’Università e impara il tedesco . Nel 1975 a 23 anni entra nel KGB, nella trincea dura e pura del controspionaggio. Dai servizi segreti, Putin impara la disciplina ferrea, quella che non deve rispondere neanche alla legge, perché pronta anche a calpestarla, in nome del bene superiore che è lo Stato. Impara a violare palesemente i diritti umani, senza dover rispondere ad un potere superiore, quando in gioco c’è il mantenimento dell’ordine. Nel tempo si appassiona allo judo. Sposa Lyudimila, che gli darà 2 figlie, quando il KGB lo vuole ai servizi segreti esteri, grazie anche alla padronanza del tedesco, Putin viene piazzato a Dresda, nell’allora Germania dell’Est, con compiti da burocrate. Durante gli anni di Dresda, medita la sua ascesa al potere politico, studiando più da vicino l’Europa.
Nel 1989 Putin torna a Leningrado. Diventa braccio destro di un sindaco riformista, che cambia il nome alla città, ripristinandole quello di San Pietroburgo. Da vicesindaco esalta il valore degli scambi commerciali di San Pietroburgo con l’Europa e ne intuisce il controvalore politico. Poi nel 1996 Vladimir Putin viene chiamato a Mosca.
Fiumi di denaro invadono la Russia, piccole lobby legate a pochi miliardari privati sfruttano la ricchezza energetica del sottosuolo russo, proprio grazie al contributo dei servizi segreti guidati da Putin, architettando commerci di energia con paesi stranieri d’ogni angolo del globo. Sono gli anni in cui la debolezza della leadership di Eltsin lascia la Russia nelle mani di schegge impazzite di potere, che in pochi anni piazzano petrolio e gas russi a paesi affamati di energia, con profitti giganteschi.
Quando Eltsin lascia il potere per questioni di salute, dai servizi segreti spunta l’uomo che vendicherà lo Stato, spazzerà via i plutocrati dell’energia, riportando il controllo di qualsiasi potere nelle mani del Presidente della Federazione Russa. Per vincere le elezioni Putin punta il dito contro la ribelle Cecenia.

Il suo slogan elettorale era ; “Inseguiremo e ammazzeremo i ceceni fin nel cesso“.
Il 26 marzo del 2000 Vladimir Putin diventa Presidente. La Cecenia è il nemico intorno a cui il nuovo capo del Cremino aggrega l’ideologia della rinascita russa, svelando una matrice etnica che lo condurrà a capolavori agghiaccianti, come quello di bombardare villaggi di civili inermi. Con Putin si consuma lo sterminio del 10% della popolazione civile cecena.

Putin agisce senza sosta per la soppressione di qualsiasi voce critica. Limita l’indipendenza delle Organizzazioni non Governative. Circoscrive la libertà politica alla mera gestione del potere, svuotando il ruolo dei partiti e di fatto sopprimendo l’indipendenza di questi dal potere esecutivo. Che è tutto nelle sue mani, grazie ad una Duma dove in tutte le elezioni fin qui svolte Putin ha raccolto sempre più del 50% dei voti dei Russi, con modalità di svolgimento del voto che puntualmente l’OCSE ha condannato.
Secondo Freedom House e altre organizzazioni no-profit, oltre che per gli oppositori politici, Putin è un uomo politico autoritario e oligarchico, con contorni dittatoriali.Putin e il suo governo vengono accusati anche di numerose violazioni dei diritti umani, soprattutto in Cecenia, nonché di limitare la libertà d’espressione. La giornalista Elena Tregubova, molto vicina ad ambienti di destra, ha denunciato nei suoi libri l’involuzione anti-liberale avvenuta in Russia durante il governo, il suo governo. Accuse pesanti sono state rivolte a Putin dall’ex agente sovietico Alexander Litvinenko, morto per avvelenamento da polonio 210 a Londra nel 2006, secondo Litvinenko stesso a causa di un attentato perpetrato da agenti segreti russi.

Oggi viene visto da molti come un eroe… osannato e ammirato…perchè??

index

Putin è sportivo ,ama praticare l’arte marziale del judo, iniziò ad allenarsi nel sambo un’arte marziale originaria dell’Unione Sovietica all’età di 14 anni, prima di passare al judo, che continua a praticare tutt’oggi. Egli è il Presidente del Dojo Yawara, lo stesso dojo a San Pietroburgo, dove praticò quand’era giovane. Putin è co-autore di un libro , pubblicato in russo come Judo con Vladimir Putin ed in inglese con il titolo Judo: History, Theory, Practice .

Anche se non è il primo leader mondiale a praticare judo, Putin è il primo leader ad aver raggiunto dei livelli avanzati. Attualmente, detiene l’8° dan ed è maggiormente conosciuto per la sua Harai Goshi. Nel 2013, Putin reintrodusse il programma di allenamento psicofisico GTO in Russia con l’aiuto di Steven Seagal.

Putin ha ribadito più volte la sua contrarietà alla pena di morte anche per gravi crimini , ha sostenuto che non è un efficace deterrente e che è “contrario a ripristinare la pena di morte. Lo stato non può sottrarre a Dio il diritto di togliere la vita”

 
Azioni eclatanti.Russian President Vladimir Putin has vacations in the Tyva republic and and Krasnoyarsk Territory

2009 Putin obbliga a pagare gli stipendi arretrati entro la giornata, per salvare una fabbrica .

Quando viene a conoscenza del fatto che migliaia di operai non ricevono lo stipendio da mesi e stanno per essere licenziati, il presidente russo decide di occuparsi personalmente della cosa .

“O voi vi accordate entro tre mesi o l’azienda andrà avanti, ma senza di voi. E’ inconcepibile quello che è successo. Avete tenuto in ostaggio migliaia di persone a causa delle vostre ambizioni, della vostra mancata professionalità e probabilmente della vostra avarizia. Dov’è finita la responsabilità sociale dei businessmen? Nessuno mi può convincere che voi abbiate fatto tutto quello che si poteva per evitare questa crisi”. Così parlò a Deripaska che solo pochi mesi era l’uomo più ricco di Russia. Teme l’ira di Putin. La storia di Pikalevo rischia di diventare simbolo di un fallimento che il governo non intende scontare: perché non c’è soltanto la crisi ad aver messo in ginocchio la città-fabbrica. C’è l’arroganza degli oligarchi. C’è l’insipienza delle autorità locali, incapaci di trovare una mediazione. Per Svetlana Antropova, la Pasionaria del sindacato locale, non sono stati capaci di agire in tempo per evitare il disastro: “E’ una catastrofe. La gente non ha i soldi per pagare gli affitti e il mangiare. Cosa ci rimaneva da fare? Sdraiarci e morire? O lottare?”.
Putin usa parole di fuoco anche per il governatore della regione di Leningrado, Serdjukov, e per gli amministratori pubblici che sono stati a guardare. RUSSIA-ECONOMY-CONSTRUCTION-POLITICS

Dopo di che, alle 17 precise, molla tutti e piomba in mezzo alla gente. Lo circondano. Putin spiega che Pikalevo sarà salvata. Ripete quel che ha appena detto a Deripaska e agli altri. Non si scherza con lo zar del terzo millennio.

Esige le loro dimissioni immediate e conclude il discorso così : “Il termine ultimo per il pagamento degli stipendi arretrati, è oggi ”.
Nelle successive 4 ore vengono pagati 40 milioni di dollari di stipendi arretrati e gli unici licenziamenti sono quelli dei padroni.

Putin ha anche una pagina a lui dedicata su facebook «Putin fan club» che conta 28mila  like!!!
Il quotidiano Independent ha diffuso un sondaggio dopo che Farage aveva indicato in Putin il leader del mondo da lui più ammirato. Il risultato? I lettori, in massa, (82%) avevano votato proprio l’ex capo del Kgb relegando Cameron ad un misero 2%, con Obama al 4%, Merkel all’8%, Hollande all’1%, come il nipponico Shinzo Abe. Un plebiscito, ottenuto nel Paese più filoamericano del vecchio continente. Sulla Piazza Rossa intanto si sfondano record su record. La popolarità del presidente russo tocca quota 80% come dimostra il rapporto del Centro di Analisi Politiche (TSPA).

 

 

 

 

 

 

 

 

 
http://www.ilgiornale.it/news/politica/obama-caduta-libera-e-sale-partito-putin-1049548.html
http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/esteri/pikalevo-putin/pikalevo-putin/pikalevo-putin.html

Hitler morto in Brasile?.-Patty.

Sono sempre stata affascinata dalla storia, scrivendo il post su Hitler ho letto di tutto e di più,e come spesso accade ci sono più versioni riguardo la sua morte. Quando manca il corpo  , tutte le ipotesi prendono vita!!

hitler-brasil

Si dice che Hitler non si sia suicidato nel bunker , ma che sia fuggito … sarebbe deceduto a 95 anni nel 1984 in un villaggio tra Brasile e Bolivia con il nome di Adolf  Leipzig a dimostrarlo ci sarebbe una foto…

Chi afferma questo..

La tesi è di Simoni Renee Guerreiro Dias  dove nel libro “Hitler in Brasile ….la sua vita e la sua morte” porta prove e testimonianze che servirebbero a chiudere il cerchio.

simoni-renee-guerreiro-dias

Il maggiore esponente dell’ideologia nazista sarebbe scappato in America Latina, esattamente come fecero centinaia di ufficiali delle SS in quegli anni. Per l’esattezza Hitler si sarebbe rifugiato prima in Argentina, poi in Paraguay e infine nello stato brasiliano del Mato Grosso. Sarebbe morto, alla veneranda età di 95 anni.

 

 

6c52c__hitler+south+amerika+a+ghHitler avrebbe anche avuto una relazione con una donna del luogo, tale Cutinga. La  cosa  potrebbe essere strana, se consideriamo che la  signora  in questione ha la pelle nera   e tutti noi  sappiamo che Hitler  non tollerava individui che non fossero Ariani. Per provare la sua tesi  Simoni avrebbe intenzione di fare un confronto del Dna tra la salma del presunto Hitler ritrovata a Lipsia e quello di un parente di Adolfo.

Conclusione.

Sappiamo che moltissimi tedeschi fuggirono dopo la guerra alla volta del brasile tra cui l’ss Adolf  Eichmann e il medico nazista Josef Mengele … la teoria che ci fosse anche Hitler tra questi , non è da escludere.

Che dire… non rimane che attendere il risultato del test…Se mai si farà!!!!!!!

 

 

 

 

 http://www.ilgazzettino.it/ESTERI/hitler_fuggito_america_latina_simoni_renee_guerreiro/notizie/474728.shtml
http://www.hipernoticias.com.br/TNX/imprime.php?cid=32355&sid=180