A proposito di … Nikolas Tesla. – Nis

Periodicamente grandi esseri appaiono sulla scena del mondo con innovazioni che renderebbero piacevole la vita su questo pianeta, mentre altri uomini meschini cercano di rendere la vita su questo pianeta un inferno.

E le cose stanno andando così come le vediamo oggi perché non ci siamo meritati i doni che ci hanno portato.

Questo è successo e succede perché non li abbiamo difesi, possiamo giustificarci, ammesso che serva a qualcosa, con il fatto che non eravamo consapevoli. Avremmo dovuto difenderli non perché fossero dei deboli, ma perché non meschini da scendere così in basso come i loro oppositori che invece sono ricorsi ad ogni mezzo lecito ed illecito per toglierli di scena. Nonostante questo i grandi esseri, a differenza dei loro meschini oppositori, sono sempre benvoluti da ogni persona di sani principi che venga a sapere di loro.

Ora stiamo diventando sempre più consapevoli, diamo quindi a loro il giusto riconoscimento di benefattori dell’Umanità.

Fig.1: Louis Pasteur Fig. 2: Antoine Béchamp Se avessimo seguito Antoine Bechamp invece che Pasteur non ci sarebbero le multinazionali farmaceutiche, perché non ci sarebbe alcuna “Teoria dei Germi”, teoria che costituisce il fondamento della medicina allopatica e il mondo non sarebbe invaso da miliardi di tonnellate di schifose misture velenose chiamate farmaci e prodotti chimici, uno dei più grandi inquinamenti del pianeta. E tante altre cose.

Se avessimo seguito Arnold Ehret non ci sarebbe fame nel mondo, non ci sarebbero allevamenti, intensivi e non, non ci sarebbe stata nessuna mucca pazza, nessuna epidemia dei polli, nessun inquinamento da biogas, non ci sarebbero coltivazioni di soia transgenica in Sud America negli sterminati campi ricavati abbattendo foreste pluviali e uccidendo Indios. E il cancro sarebbe pressoché sconosciuto. E tante altre cose.The Truth About Zero Point Energy Generators

Se avessimo seguito Tesla, oggi non dovremmo confrontarci con il più grande disastro ecologico di tutti i tempi, l’inquinamento del Golfo del Messico da parte della BP, perché non ci sarebbe alcuna BP e il petrolio sarebbe una curiosità, e ai bambini di oggi diremmo: “Lo sai che alla fine dell’800 avevano provato a fare andare le auto con un motore che andava a benzina, una sostanza raffinata del petrolio? Ce n’è ancora uno in un museo!” E tante altre cose.

Tante sono state le persone che ci hanno indicato la strada per una evoluzione lineare, consapevole e pacifica, non ci sarebbero tutte queste guerre che attanagliano il mondo, non ci sarebbero i terroristi, non ci sarebbero tante delle cose che non ci piacciono con cui dobbiamo confrontarci ogni giorno.

Il primo passo è diventare consapevoli e orientare il proprio pensiero alle cose giuste che è in grado di fare l’Uomo, non a dedicarsi all’espressione di rabbia e collera contro coloro che ci vogliono ridurre a zombie.

 

“Un singolo raggio proveniente da una stella molto distante, caduto in tempi remoti sull’occhio di un tiranno, può aver cambiato il corso della vita, può aver mutato la storia delle nazioni, può aver trasformato la superficie del globo terrestre… Ecco quanto intricati, quanto incomprensibilmente complicati sono i processi in Natura”.

nikola teslafirma tesla

Il 10 Luglio 1856 a Smiljan nasceva Nikola Tesla, scienziato, fisico, inventore, o più semplicemente colui che è stato da molti definito “l’uomo che ha inventato il ventesimo secolo”.

 

Non era uno scienziato e un inventore come tanti altri, ma la sua vita fuori dal comune ed i suoi eccentrici esperimenti furono strettamente legati. Genio e follia. Questo fu chiaro fin da subito, dato che al momento della nascita era in corso un fortissimo temporale con tuoni e lampi, e l’ostetrica disse “Sarà il figlio dei temporali”, ma sua madre precisò “No, sarà il figlio della luce!”. E mai ci fu una predizione più azzeccata.

Tesla è infatti padre della moderna corrente alternata, dei neon, della radio, della TV, dei radar, dei raggi X, e molte altre invenzioni ed esperimenti che forse non furono mai portati a termine se non nella fervida fantasia dell’inventore. Fu però costretto a lottare per tutta la vita vuoi contro chi voleva sminuire le sue invenzioni, come Edison che non volle mai dare credito alla corrente alternata, vuoi con chi cercò impropriamente di rubargliele, come Marconi con la radio. Tesla morì solo, abbandonato dai suoi finanziatori e accusato di essere diventato troppo folle per fare lo scienziato.Фотография N.Tesla

Molti dei suoi appunti si dice siano misteriosamente spariti dalla sua stanza prima che il nipote Sava Kosanovic’ si recasse a visitare la salma. Altri furono sottratti alla famiglia per ricerche top secret dell’esercito statunitense e poi andarono misteriosamente persi anch’essi.

Ma il suo genio, era tutto frutto di studi e ricerche?

Sappiamo che fin da quando era piccolo, Tesla era solito vedere come dei lampi di luce, e da questi lampi scaturivano delle immagini, tanto che faticava a distinguere tra fantasia e realtà. Con il tempo, come dice lui stesso nella sua biografia, queste immagini divennero vere e proprie visioni, in cui lui poteva montare e smontare le sue invenzioni e vederle in funzione prima ancora di averle costruite.

Scientist's Story 2 : Nikola Tesla

Ma non sono solo queste incredibili caratteristiche a rendere Nikola Tesla un uomo troppo avanti per i suoi tempi. Come disse in uno dei suoi più famosi interventi, Tesla credeva in un futuro di pace, un mondo libero con un’energia disponibile per tutti e su larga scala.

Se estraiamo energia dal petrolio, vivremo legati ad un capitale che verrà rapidamente esaurito. Questo è un metodo barbaro e iniquamente dispendioso, che deve essere fermato nell’interesse delle generazioni future. […] La conclusione inevitabile è che l’energia idraulica sia, fino ad ora, la migliore delle risorse a disposizione. L’umanità dovrebbe investire i propri sforzi e le proprie speranze su questa fonte. Attraverso il suo completo sviluppo, e attraverso un perfetto sistema di trasmissione senza fili dell’energia a qualsiasi distanza, il genere umano potrà risolvere tutti i problemi dell’esistenza fisica e materiale. La distanza, che è il principale nemico del progresso umano, sarà completamente annientata nei pensieri, nelle parole e nelle azioni. L’umanità sarà unita, la guerra diverrà impossibile e la pace regnerà sovrana.

Ovviamente questo mondo non era concepibile dai suoi contemporanei, e anche adesso ci sembra lontano anni luce. Eppure Nikola Tesla ci credeva, e molti come lui ancora ci credono e sanno che è possibile. La verità, prima o poi viene sempre a galla, le forze universali, quell’energia infinita e gratuita che aveva scoperto e stava studiando negli ultimi anni della sua vita, per cui è stato ridicolizzato e abbandonato da tutti, c’è, è reale, anima il cosmo e l’universo e continua a trasmettersi libera ovunque, che la sentiamo oppure no. Che noi ci crediamo, oppure no.

Mi chiamarono pazzo nel 1896 quando annunciai la scoperta dei raggi cosmici.
Ripetutamente si presero gioco di me e poi, anni dopo, hanno visto che avevo ragione.
Ora presumo che la storia si ripeterà quando affermo che ho scoperto una fonte di energia finora sconosciuta, un’ energia senza limiti, che può essere incanalata.

Nikola Tesla, “L’uomo che inventò il XX secolo”.
tratto da un articolo di L.Gianazza
fonte http://www.nikolatesla.it
Annunci

Tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: