Bolla Papale.-Patty.

Inizio questo post parlando dell’Arca di Noè,perchè anche se sembra strano il nostro sistema politico  inizia proprio da qui!!!!

Arca_di_NoèL’arca di Noè sarebbe l’ imbarcazione costruita su indicazione divina da Noè per sfuggire al Diluvio universale, onde farvi scampare la specie umana e gli altri esseri viventi.
Il racconto del diluvio è contenuto nei capitoli 6, 9 – 9, 19 della Genesi. Il racconto vuole sottolineare che Dio non dimentica l’uomo giusto e le altre sue creature.
Leggenda? verità? sta di fatto che l’Arca di Noè è alla base della prima Bolla Papale del 1302!!!!
Il sistema che abbiamo oggi nell’organizzazione della proprietà e del diritto ,del denaro e della politica, nasce nel 1302 esattamente il 18 novembre, data della pubblicazione della prima Bolla Papale scritta da Papa Bonifacio VIII, Bonifatius_viii_papstche aveva come titolo “UNAM SANCTAM ECCLESIAM”.
Questo sistema è nato dagli antichi romani,ogni terra conquistata veniva iscritta in un registro conservato a Roma e ogni nuova terra dell’Impero poteva essere di proprietà solo di un cittadino romano. Oggi noi viviamo in un sistema che si tramanda dall’esistenza dell’Impero Romano . Con le invasioni longobarde, Papa Leone III, incorona Pipino il Breve come Re dei Franchi e poi Carlo Magno come Imperatore del Sacro Romano Impero.

Bonifacio VIII è considerato uno degli uomini più corrotti, malvagi e potenti della storia della Chiesa e del mondo.Questa Bolla Papale determina il primo sistema fiduciario ancora valido oggi. Bonifacio VIII, in questa Bolla, afferma che Dio aveva affidato tutti i titoli e le proprietà della Terra al Vaticano.
Nessuno ha mai contestato questa affermazione ,il Vaticano a questo punto nomina l’esecutore, l’amministratore e il beneficiario di questo sistema fiduciario. L’Esecutore è l’Ordine Minore dei Francescani unito con L’Ordine dei Gesuiti ed è ben visibile nello stemma sulla pubblicazione dell’enciclica. L’amministratore è il Papa !!
Dal 1302, tutte le Nazioni si basano su quel sistema giuridico. Questo Diritto proclamato da Papa Bonifacio VIII si basa per Diritto Divino, ecco perché parlare di politica senza parlare di religione è assurdo!…..

Questa Bolla Papale usa la metafora del Diritto Marittimo e dell’Ammiragliato ovvero la Bibbia affermando che l’Unam Sanctam Ecclesiam e quindi la Prima e Unica Santa Chiesa è l’Arca di Noè, perché mentre tutto il mondo era sommerso dalle acque, l’unica cosa che si elevava al di sopra era l’Arca. Gli uomini dal quel giorno sono dispersi in mare ,fino a quando non reclameranno i loro diritti…il Papa reclama tutto!!!!

L’8 gennaio 1455 nasce l’enciclica emanata da Papa Niccolò V chiamata Romanus Pontifex .208_niccolov1Dopo la bolla papale del 1302 ,vienne creata nel 1455 un altra bolla ,questa è testamentaria,il Papa al momento della sua morte e della morte dei futuri Papi, spiega come deve funzionare il diritto d’uso di tutti i privilegi e di tutte le proprietà derivanti dalla Bolla precedente di Bonifacio VIII.L’esecutore è la Curia Romana l’amministratore è il Collegio dei Cardinali e il Beneficiario, questa volta è il Re, sulla terra di proprietà del Papa. Quindi Dio ha dato tutto il mondo al Papa e il Papa concede pezzettini di questo mondo ai Re.
Il 21 giugno del 1481 nasce la terza bolla chiamata Aeternis Regis Clementia scritta da Sisto IVindexe dice; il bene concesso ai Re non sarà più la terra ,ma saranno gli esseri umani che abitano quella terra!!

 

 

 

 

Siamo schiavi del sistema,informatevi,leggete ,cercate di guardare con occhi diversi quello che vi circonda.

Curiosità che rimbalza spesso in rete ,non ho trovato fonti “sicure” ma la pubblico lo stesso,sperando non sia vera!!!!!
Gli originali delle Bolle del 1302, del 1455 e del 1481, non sono visibili, questo perché fino al XVIII secolo, il Vaticano scriveva le proprie Bolle non su carta, considerata un mezzo privo di vita e quindi privo di valore: a quei tempi un documento per essere valido doveva essere scritto su un materiale vivente. Era perciò firmato con il sangue ed era scritto su una pergamena di pelle umana. Si dice che la recente firma della Regina Elisabetta sul trattato di Lisbona, è stata fatta su una pergamena di capretto, poiché la Regina, come beneficiaria di un diritto divino, non può firmare un documento “morto”. La storia notifica, che le Bolle Papali erano scritte su pergamene di pelle di bambini, questo spiegherebbe perché sarebbe imbarazzante per il Vaticano mostrare gli originali.

A conferma di quello che avete letto posso dire che le pergamene che i latini chiamavano membrana erano un prodotto animale precisamente  pelle di pecora o capra o altri animali simili, veniva raschiata e poi usata per scriverci sopra.AlluPrimaDopoBtn
Quando la membrana era fatta con pelle di vitello allora veniva chiamata vello.

 

 

 

 

 

Notizie sul ritrovamento dell’Arca…
http://www.qnm.it/attualita/arca-di-noe-ritrovamento-nel-2010-sul-monte-ararat-video-e-foto-post-24753.html

Annunci

About Uniti_Contro_Questo_Sistema _Malato

Studiare il passato, capire il presente, prevedere il futuro...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: