Schiavi dei prodotti tecnologici. -Space.

 


“Il nostro mondo corre veloce e ad “accelerarlo” sempre di più ha giocato un ruolo fondamentale  la tecnologia: ha accorciato le distanze, ha collegato paesi tra loro lontani migliaia di chilometri, ci ha permesso di scattare foto in ogni dove ed essere connessi con tutto il mondo in ogni momento. Indubbiamente ciò ha portato un sacco di vantaggi: possiamo ricavare informazioni utili per il lavoro e lo studio in ogni attimo e in ogni ambiente, possiamo “incontrare” persone che avevamo perso di vista, possiamo far circolare le nostre idee e i nostri contenuti in maniera rapida e con la sicurezza che una buona parte della popolazione mondiale possa anche solo fortuitamente venirne a contatto. Ma tutto questo, tutta questa velocità, tutta questa tecnologia, siamo sicuri che siano esclusivamente aspetti “positivi” dell’evoluzione umana?

Tecnologia

Adoro la tecnologia e tutti i suoi pregi ma, avendo visioni utopistiche, ne odio i difetti che stanno limitando sotto molte forme i contatti e i tempi umani. Infatti basti pensare (sarà un luogo comune ma è tremendamente vero) che passiamo ore e ore davanti a telefoni, videogames, pc quando magari disdegniamo (me compreso) di starcene anche solo in pace nella tranquillità. Abbiamo bisogno, un bisogno morboso, di fare sempre qualcosa con qualcosa di tecnologico, abbiamo bisogno di mandare migliaia di messaggi, di aggiornare periodicamente con frequenza giornaliera gli stati di faceboook, abbiamo bisogno di scattarci un fottio di inutilissimi selfie. Mi sono sempre chiesto: e se fossi un alieno e piombassi sulla terra? Se vedessi tutta questa gente, se la osservassi nelle sue occupazioni e nelle sue abitudini? Se la scrutassi bene? Mi accorgerei che ogni sua attività è dipendente da un apparecchio elettronico-tecnologico. Ogni tanto comunque lo faccio: mi fermo in qualsiasi luogo io mi trovi e guardo l’ambiente e le persone che mi circondano. Effettivamente il bilancio che ne traggo da questa esperienza non è positivo: siamo troppo hi-tech dipendenti, pochi sguardi, tutti a testa china sui propri smartphone o immersi nei propri problemi.
Certamente, come già detto in precedenza, tutta questa tecnologia ha un sacco di pregi, è innegabile però… Il gioco vale veramente la candela? Cioè il mondo che ci si prospetta davanti consiste in questo: fare la spesa online, incontrare le persone tramite Skype, lavorare su internet, condividere le proprie emozioni su Facebook. Insomma non c’è più il piacere di fare le cose. Io non voglio vivere una vita a misura di pc, voglio vivere una vita a misura d’uomo. I piccoli piaceri della vita stanno in questo, per esempio: uscire per fare la spesa e vedere i bambini che giocano ed il sole che splende (e chissenefrega se AccuWeather metteva pioggia ), incontrare un vecchio amico di cui magari non ci si ricordava più nemmeno il nome, fermarsi e comprare i fiori, leggere un libro all’ombra di un albero su una panchina di un parco. E che importa se domani dovesse esserci brutto tempo, il bello della vita sta nel godere di ciò che il giorno ci dà: ma per farlo, bisgona viverlo.
P.s. Non voglio sembrare quello poetico e fumoso, quindi in tutta sincerità vi dico che anche la mia vita purtroppo o per fortuna (spetta a voi giudicarlo, io ho già detto la mia) si basa sulla tecnologia, tuttavia vorrei solo che ci si potesse accorgere della frenesia del nostro mondo e ci si potesse fermare e chiedere: non è che magari stiamo esagerando e possiamo trovare un compromesso?”

Scritto da “Luca Messana”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: