Omicidio di Rémi Fraisse. Le registrazioni dei militari: “Non devono sapere”

O capitano! Mio capitano!...

arton60467-19d16

diLuca Marchesini

Emergono nuove rivelazioni sul caso della morte del giovane attivista Rémi Fraisse, ucciso nella notte tra il 25 ed il 26 ottobre mentre prendeva parte alle proteste contro la costruzione di una diga nella zona umida del Testet, nella regione del Tarn. Fin da subito era stato chiaro il coinvolgimento della gendarmeria francese nell’uccisione del ragazzo, colpito da una granata di tipo offensivo in dotazione alle forze dell’ordine dispiegate in difesa del cantiere di Sivens.

Ieri Le Mondeha pubblicato le trascrizioni dell’audio di un filmato realizzato da un gendarme durante gli scontri di quella notte. Nel video sono registrate le reazioni dei suoi commilitoni nel momento in cui Rémi si accascia al suolo, colpito dalla granata. Dalle frasi pronunciate,appare chiaro che i militari ebbero immediata coscienza della gravità della situazione. Un dato, questo, che imbarazza ulteriormente le autorità transalpine, impegnate…

View original post 459 altre parole

Annunci

About Uniti_Contro_Questo_Sistema _Malato

Studiare il passato, capire il presente, prevedere il futuro...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: