Bin Laden.-Patty.

 “Dio lo sa che non ci è passato per la mente di attaccare le Torri, ma dopoché la situazione è divenuta insostenibile ,e abbiamo assistito all’ingiustizia e alla tirannia dell’alleanza israelo-americana contro la nostra gente in Palestina e in Libano ci ho pensato. E gli eventi che mi hanno colpito direttamente sono stati quello del 1982 e quelli che seguirono, quando l’America permise agli israeliani di invadere il Libano, aiutati dalla Sesta Flotta U.S. Mentre osservavo le torri distrutte in Libano, mi venne in mente di punire l’ingiusto allo stesso modo: distruggere le torri in America in modo che essa avrebbe assaggiato ciò che stiamo assaggiando e avrebbe smesso di uccidere le nostre donne e i nostri bambini.”
(Osama bin Laden, 2004)

bin_laden_1

Quando si legge il nome Bin Laden la memoria torna all’11 settembre 2001 ,l’attacco alle torri gemelle a New York,dove persero la vita 2.752 persone, tra queste 343 vigili del fuoco e 60 poliziotti.

Chi era Bin Laden?
Nato da Muhammad bin Awād bin Lāden e dalla siriana Hamida al-Attas , sua decima moglie, Osama bin Laden è stato il diciassettesimo di cinquantadue fratelli e fratellastri. Suo padre era un self made man originario dello Yemen del Sud, magnate delle costruzioni e in stretti rapporti con la famiglia reale saudita.

Cresciuto nell’insegnamento della cultura e della religione musulmana fedele alla Sharīʿa (Allāh era spesso invocato da Osāma nelle sue interviste), Osāma faceva riferimento alla corrente dell’Islam wahhabita, dal nome dal suo fondatore Muhammad b. ʿAbd al-Wahhāb, che predica un ritorno alla religione delle origini con la cancellazione di tutte le innovazioni apportate dallo svolgersi del tempo.

Conseguì una laurea in ingegneria civile nel 1979 a cui ne seguì una in pubblica amministrazione nel 1981, in vista di un suo inserimento professionale nell’azienda paterna (il Saudi Binladin Group), specializzata nell’edilizia e nell’esecuzione di grandi lavori infrastrutturali. Nel 1971, quando aveva quattordici anni, visita insieme a due fratelli la Oxford University. Da alcuni viene ricordato come un “duro lavoratore” All’università, il principale interesse di Bin Laden era la religione islamica, ed era impegnato sia nell’interpretazione del Corano e del jihād, sia in attività di beneficenza. Altri interessi includevano la composizione di poesie; la lettura, affermando che i lavori di Field Marshal Bernard Montgomery e Charles de Gaulle erano tra i suoi preferiti; cavalli neri; e il calcio, in cui si divertiva a giocare come centravanti e seguiva le vicende dell’Arsenal F.C. Il periodo trascorso in Gran Bretagna del giovane Osāma è documentato da alcune istantanee pubblicate dopo i fatti dell’11 settembre dalla stampa occidentale.
Nel 1974, all’età di 17 anni, Bin Laden sposò Najwa Ghanem a Latakia, in Siria si lasciarono prima dell’11 settembre 2001. Altre mogli note di Bin Laden erano Khadīja Sharīf (sposata nel 1983, divorziata negli anni ’90), Khayriyya Sabar (sposata nel 1985), Siham Sabar (sposata nel 1987), e Amal al-Sadah (sposata nel 2000). Alcune fonti includono una sesta moglie di denominazione sconosciuta, il cui matrimonio è stato annullato poco dopo la cerimonia. Bin Laden fu padre all’incirca di 24 figli avuti dalle sue mogli. Molti dei figli di Bin Laden fuggirono in Iran dopo gli attentati dell’11 settembre e dal 2010 le autorità iraniane continuano, in base a quanto riportato, a monitorare i loro spostamenti.

Bin Laden terrorista.Saudi-born alleged terror mastermind Osama bin Lad

Era un terrorista saudita, fondamentalista islamico sunnita, fondatore e leader di al-Qāʿida, la più nota organizzazione terroristica internazionale, attiva a partire dalla fine del XX secolo, di stampo jihadista, responsabile (dicono )degli attentati dell’11 settembre contro gli Stati Uniti numerosi altri attacchi con “vittime di massa” contro obiettivi civili e militari.

L’ideologia di Bin Laden in aperto contrasto con la tradizione islamica relativa al diritto bellico , includeva il principio che i civili, compresi donne e bambini, fossero obiettivi legittimi del jihād.Bin Laden era antiisraelita e lanciò vari avvertimenti contro presunti complotti ebraici:
“Questi giudei sono maestri dell’usura e capi nel tradimento. Non vi lasceranno nulla, né in questo mondo né nel prossimo”.
I musulmani sciiti ancora una volta in contrasto con la tradizione islamica sedimentatasi in oltre 14 secoli di storia ,sono stati elencati insieme agli “eretici, all’America e ad Israele”, come i quattro principali “nemici dell’Islam” nelle lezioni ideologiche dell’organizzazione al-Qāʿida di Bin Laden.

La CIA venne a conoscenza delle attività di Bin Laden solo sul finire degli anni ottanta, senza mai entrarvi in contatto o finanziarlo direttamente. Lo stesso Consigliere per la Sicurezza Nazionale del presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter, Zbigniew Brzezinski, ha affermato che sotto l’operazione Cyclone, dal 1979 al 1989, i guerriglieri afgani beneficiarono della fornitura di armi (inclusi i missili contraerei “da spalla” Stinger) e del finanziamento (indiretto) statunitense, attraverso l’Inter-Services Intelligence (ISI) del Pakistan. Dichiarazione che entra certamente in contrasto con ciò che affermò Bin Laden nell’intervista ad al-Jazeera nel 1998, quando disse che, qualsiasi ipotesi secondo cui gli USA e la CIA avrebbero sostenuto lui e i suoi combattenti nella guerra santa dei mujahidin contro l’Unione Sovietica in Afghanistan negli anni ’80, sarebbe stata “una falsificazione da parte degli americani”.

Bin Laden incontrò e strinse contatti con Hamid Gul, che era il generale a tre stelle dell’esercito pakistano e capo dell’agenzia dell’ISI. Anche se gli Stati Uniti avessero fornito denaro ed armi per un certo periodo, la formazione dei gruppi militanti sarebbe stata interamente compito delle forze armate pakistane e dell’Isi.

L’ 8 novembre 1990, l’FBI fa irruzione nella casa di New Jersey di El Sayyid Nosair, un associato del doppio-agente Ali Mohamed, sequestrando numerose prove di complotti terroristici, compresi piani per far saltare grattacieli di New York. Ciò ha segnato la prima conoscitiva dei piani terroristici di al-Qāʿida al di fuori dei paesi musulmani. Nosair alla fine è stato condannato in relazione all’attentato del 1993 al World Trade Center, e più tardi confesserà l’omicidio del rabbino Meir Kahane a New York il 5 novembre 1990.

Bin Laden intanto continuava a rilasciare pubblicamente dichiarazioni contro il governo saudita. I rapporti tra loro divennero sempre peggiori, fin quando la monarchia saudita gli tolse la cittadinanza. Andò allora nel 1992 a vivere in esilio in Sudan, grazie ad un accordo mediato da Ali Mohamed.

Decise di fissare in Sudan la propria base operativa ad al-Khartum. Comprò una casa in via al-Mashtal osama-bin-ladens-house-in-khartoumnel ricco quartiere di al-Riyāḍ, e un ritiro spirituale sul Nilo Azzurro a Soba. Durante la sua permanenza in Sudan, investì molto nelle infrastrutture, nel settore agricolo e nelle imprese. Costruì strade usando le stesse ruspe che aveva impiegato per costruire sentieri di montagna in Afghanistan. Molti dei suoi operai erano gli stessi combattenti che erano stati suoi compagni nella guerra contro l’Unione Sovietica. Era generoso verso i poveri e popolare tra la gente.Continuava a criticare il Re Fahd dell’Arabia Saudita, e in risposta, nel 1994, Fahd spogliò Bin Laden della sua cittadinanza saudita e convinse la sua famiglia a privarlo del suo stipendio annuale pari a 7 milioni di dollari. A questo punto Osama bin Laden veniva associato alla Jihad islamica egiziana (EIJ), che costituiva il nucleo di al-Qāʿida. Nel 1995 la EIJ tentò di
assassinare il presidente egiziano Hosni Mubarak. Il tentativo fallì, e la EIJ venne espulsa dal Sudan.
Si ritiene che il primo attentato terroristico diretto da Bin Laden avvenne il 29 dicembre 1992 contro il Gold Hotel Mihor ad Aden in cui vennero uccise due persone.AFGHANISTAN-UNREST-ATTACK
Si ritiene che solo dopo questo attentato al-Qāʿida svilupperà la propria giustificazione per quanto concerne l’uccisione di persone innocenti. Secondo una fatwa emessa da Mamduh Mahmud Salim, l’uccisione di qualcuno che sta vicino al nemico è giustificata dal fatto che tutti gli astanti innocenti troveranno la loro giusta ricompensa morendo, andando nella Jannah (Paradiso) se erano stati buoni musulmani e nel Jahannam (inferno), se erano stati pessimi musulmani o non credenti.La fatwa venne emessa esclusivamente ai membri di al-Qāʿida, ma non al grande pubblico.
La morte.
Il 2 maggio 2011 , esattamente alle 00:05 data ed ora del fuso orario del Pakistan, l’unità DEVGRU dei Navy SEAL (i corpi speciali della Marina degli Stati Uniti)ha condotto un’operazione ad Abbottabad, vicino ad Islamabad, presso il rifugio del leader di al-Qāʿida, individuato grazie ad un’azione di intelligence condotta fin dall’agosto del 2010 e lo ha ucciso in un conflitto a fuoco. Nella stessa notte del 1º maggio 2011 (fuso orario di Washington D.C., dove non era ancora passata la mezzanotte), il presidente Barack Obama, che aveva seguito l’intera operazione attraverso microcamere poste sugli elmetti degli assaltatori, ne ha annunciato la morte.situation_room

Nell’azione sarebbero morti altri membri del gruppo di comando di bin Laden, o della sua famiglia.
La scelta di utilizzare l’azione mirata portata in loco dal commando, in luogo del lancio di una bomba convenzionale aviolanciata e guidata, ad altissimo potenziale, sarebbe stata presa per limitare morti e distruzioni (nel fabbricato dove era alloggiato bin Laden risiedevano almeno 20 persone, fra cui alcune donne e bambini), e non secondariamente anche per avere l’assoluta certezza del decesso di bin Laden.

Le modalità di conduzione dell’operazione hanno tuttavia suscitato alcune critiche,provenienti, tra gli altri, dall’ex-cancelliere tedesco Helmut Schmidt, che ha evidenziato «una chiara violazione delle leggi internazionali», e dal ministro svizzero Ueli Maurer, che ha denunciato ad Obama di «elevare il terrorista al suo stesso livello».

osama_bin_laden_morto-300x230
Il presunto corpo di Bin Laden è stato gettato in mare …forse per evitare la procedura di identificazione???

La Casa Bianca ha dichiarato che ciò è avvenuto per rispettare i normali rituali di sepoltura islamica, tuttavia numerosi studiosi islamici di tutto il mondo hanno contestato tale affermazione, sottolineando che un musulmano può essere sepolto in mare solo se è morto in mare. Anche se la Casa Bianca ha affermato che la morte di Bin Laden il 1° maggio è stata accertata con il DNA e con le prove di riconoscimento facciale, tali prove non sono mai state rilasciate per una indagine pubblica e l’amministrazione Obama ha rifiutato di rilasciare le foto del cadavere di Bin Laden.
Perché ??

 
http://xoomer.virgilio.it/911_subito/dieci_fatti_morte_binladen.html

Annunci

About Uniti_Contro_Questo_Sistema _Malato

Studiare il passato, capire il presente, prevedere il futuro...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: