Cosa striscia dietro la notizia? – Nis

Chi noantonio riccin conosce Antonio Ricci? Definirlo padre e padrone di Striscia la notizia non è esagerato ma decisamente riduttivo. Ecco una sua biografia per sommi capi, giusto per capire di chi stiamo parlando.striscia

 A soli 28 anni quando firma come autore “Fantastico”, programma di prima serata del sabato di Rai Uno, condotto da Beppe Grillo, Heather Parisi e Loretta Goggi. Da allora Antonio Ricci ha realizzato programmi che hanno fatto la storia della televisione, sia per la Rai che per Mediaset, come le prime tre edizioni di “Fantastico”(1978,’79,’80), “Te la do io l’America!” (1980), “Te lo do io il Brasile” (1984), “Drive In” (dal 1983 al 1988), “Striscia la notizia” (dal 1988 ad oggi, lungo 20 edizioni), “Lupo Solitario” (1987), “Matrjoska” (1988), “L’Araba Fenice” (1988), “Odiens” (1988), “Paperissima” (dal 1990 a oggi, lungo 10 edizioni). Antonio Ricci firma anche i “casi” televisivi delle ultime estati: “Veline” (2002) è risultato essere il programma più visto di sempre di Canale 5 nella calda stagione; “Velone”, nato come parodia esplicita di “Veline”, è stato il programma più visto dell’estate 2003; nel 2004 bissa il successo di due anni prima con la seconda edizione di “Veline” che sstriscia1i ripete nel 2008 e nel 2012. Nella stagione 2004-2005 “Paperissima” si è confermato il varietà più visto della televisione italiana e la striscia “Paperissima Sprint” è risultata la trasmissione più seguita dell’estate 2005. Nell’estate 2006 ha dato vita al nuovo programma “Cultura moderna”, il fenomeno televisivo dell’estate che si promette di “dire basta alla tv dove appare chi non sa far niente”, in cima agli ascolti per ben 11 settimane consecutive. Il programma conosce il successo anche nella versione di prima serata, intitolata “Cultura moderna slurp”, in onda a gennaio e febbraio 2007 su Canale 5. Sempre nella stagione 2006-2007: nell’anno del decennale “Paperissima” si conferma il varietà più visto dell’anno, mentre “Striscia la notizia” – giunta alla 25ma  edizione – è sempre il programma più visto della tv italiana. Sempre per la televisione, Antonio Ricci ha realizzato nel 1996 la situation-comedy “Quei due sopra il varano”. Per il cinema, ha scritto la sceneggiatura del film “Cercasi Gesù”, interpretato da Beppe Grillo, Fernando Rey e Maria Schneider per la regia di Luigi Comencini.

Bene, capito che questo signore è tutto fuorchè un pivello inesperto alla ricerca di qualche scoop, proviamo a porre l’attenzione in particolare ad una sua celebre creatura, Striscia la notizia per l’appunto.

Nel particolare facciamo caso alla sigla di chiusura del programma,   in questo spezzone (poco interessante il video) prestate attenzione all’audio.

Sentito?

Si tratta della storica sigla di chiusura che per esigenze di programmazione viene quasi sempre tagliata la sera, ma trasmessa interamente la notte. Che c’è di strano? Datevi una letta al testo…striscia2

Per chi suona la campanella?

Grembiulino e vai – è un passepartout
Ciao mammina bye – corri in classe anche tu
zitto che se no son guai
che goduria quante novità
obbedienza, tutto cambierà
viva il Gran Maestro che ci salverà – è unico
cappuccini e babà – studia i numeri
e l’abbiccì – agli esuberi
gli paghiamo il taxi – tutti a casa signorsì
quattro cinque sei e un sette più
ora è tutto ok
con i voti è un bijou
è la scuola take a way
col compasso un bel cerchio fa
sulla cattedra si è messo già
bravo il Gran Maestro che ci guiderà – è unico
cappuccini e babà.

e adesso provate a risentirla in questa traccia musicale:

nota musicale

All’inizio del testo vengono subito citati i “grembiulini”, uno dei modi col quale i fratelli massoni vengono chiamati, per via dei grembiuli rituali che ogni membro deve indossare durante le sedute in Loggia.
Si fa presente come il grembiulino sia un ottimo passepartout, in un mondo in cui essere membri della massoneria facilita l’apertura di molte porte.
La frase “zitto che se no son guai” riguarda il giuramento massonico, con il quale il massone si vincola alla segretezza; la segretezza, o riservatezza, come i fratelli preferiscono definirla in pubblico, è la prima virtù da rispettare una volta facenti parte dell’ordine.
Poco dopo si accenna anche l’obbedienza,  termine che nel linguaggio massonico indica l’insieme delle logge che unite costituiscono  corpi sovrani, come Grandi Orienti o Grandi Logge.

Il brano prosegue citando il Gran Maestro, i cappuccini (allusione al cappuccio indossato durante i rituali) e  il compasso, insieme alla squadra il simbolo più noto della massoneria.
Mi sembra che i riferimenti alla massoneria siano abbastanza evidenti.

perchè

Ma quale può essere il senso di questa canzone all’interno del programma?

Considerato il carattere satirico della trasmissione si potrebbe pensare che si tratti di un testo ironico nei confronti del mondo massonico.
Eppure, nonostante i riferimenti siano chiari e per nulla velati, l’argomento in questione rimane perlopiù sconosciuto alla grande maggioranza degli spettatori del programma. Più probabile quindi che si tratti di una sorta di  strizzarsi l’occhio tra fratelli massoni che si divertono nel parlare apertamente di loro stessi,  nella convinzione che pochi coglieranno i chiari riferimenti  alla loro organizzazione, e quei pochi che lo faranno saranno tra coloro che poco si sorprendono di fatti come questo.

Concludo proponendovi  un brano nel quale  Ricci stesso ama definire il ruolo di Striscia nel panorama televisivo. Si tratta di una parte della risposta che viene data a Nicola Lagioia. A voi le opportune considerazioni.

“Mi spiace che tu non capisca che quello che si propone Striscia è un lavoro di smontaggio, di messa a nudo di quei meccanismi che sono in grado di rivelare al telespettatore la natura di finzione della Tv. Se la televisione è l’oggetto da decostruire, la scelta più efficace è cercare di demolire il genere televisivo che più di tutti gli altri chiede, ottiene credibilità, e si propone come contrario della finzione, come “finestra sul mondo”: l’informazione.”
fonti:
http://poteriocculti.mastertopforum.biz/-vp10929.html
http://www.altrainformazione.it/wp/2010/04/22/la-responsabilita-di-antonio-ricci-e-di-nicola-lagioia/
http://www.striscialanotizia.mediaset.it/template/template_antonioricci_opere.shtml
http://www.centrosangiorgio.com/occultismo/massoneria/articoli/pagine_articoli/striscia_la_notizia.htm
http://www.santaruina.it/Massoneria-a-Striscia-la-Notizia
 
Annunci

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: