Divisione del cervello in emisfero Sinistro Logico e Destro Creativo è falsa ! :) -Space.

Una delle cose che più spesso sentiamo dire riguardo al cervello umano, è che l’emisfero sinistro è dedicato alle operazioni logiche e razionali, mentre l’emisfero destro è dedicato alle operazioni creative ed artistiche. Ma, nonostante spesso lo si trovi scritto anche in riviste divulgative, si tratta di un mito, o leggenda metropolitana. Nessuna ricerca scientifica ha mai davvero sostenuto o provato questa divisione. Adesso però, arriva la prova concreta da parte di un gruppo di scienziati dell’Università dell’Utah, che hanno smentito il mito analizzando in dettaglio il cervello di oltre 1.000 persone. Hanno così scoperto che non c’è alcun segno che sostenga questo mito.

La preferenza ad usare una regione del cervello piuttosto che altre, per certe funzioni, è sicuramente vera e gli scienziati la chiamano “lateralizzazione”. Per esempio, molte persone che usano la mano destra, usano maggiormente l’emisfero destro del cervello quando elaborano discorsi. Questo non implica ovviamente che i grandi autori ed oratori della storia usano maggiormente l’emisfero sinistro, o che questa parte sia in qualche modo speciale o più ricca di neuroni.

Come spiega il Dr. Jeff Anderson, direttore del fMRI Neurosurgical Mapping Service dell’Università dell’Utah al tempo della ricerca, si tratta di una concezione sbagliata secondo cui qualsiasi cosa abbia a che fare con l’essere analitici è confinato in una parte del cervello e qualsiasi cosa abbia a che fare con l’essere creativi si trova nell’emisfero sinistro. Al contrario, è la connessione tra tutte le regioni del cervello che permette al cervello umano di essere sia creativo che analitico.

Il team di Anderson ha esaminato il cervello di partecipanti tra 7 e 29 anni, durante la fase di riposo. Hanno osservato l’attività in 7.000 regioni del cervello ed hanno esaminato le connessioni neuronali che nascevano tra di loro. Anche se c’erano delle regioni chiave di maggiore attività, in media, entrambi gli emisferi erano essenzialmente uguali nella diffusione di reti neuronali e connettività.

“Semplicemente non vediamo alcun pattern dove l’intera rete dell’emisfero sinistro o dell’emisfero destro è più connessa in certe persone.” ha spiegato Jared Nielsen, studente dell’università e autore principale dello studio.

scansioni-cervello-emisferi

Scansione di alcuni dei cervelli affetti da lateralizzazione. Credit: PloS One

Questa leggenda metropolitana potrebbe però essere nata dalla ricerca del premio Nobel Roger Sperry, negli anni ’60. Sperry aveva studiato pazienti affetti da epilessia, che venivano trattati con procedure chirurgiche che tagliavano il cervello lungo una struttura chiamata “corpus callosum”. Dato che questo connette i due emisferi del cervello, la parte destra e la parte sinistra non riuscivano più a comunicare tra di loro.

Sperry ed altri ricercatori, grazie ad una serie di intriganti studi, hanno determinato quali parti del cervello umano potevano essere maggiormente coinvolte in operazioni legate al linguaggio, alla matematica, al disegnare, o altre funzioni presenti in questi pazienti. Da qui, molte riviste a tema psicologico o scientifico, ma a diffusione più pop, hanno sparso l’idea che in qualche modo il cervello era diviso sempre ad emisferi e una parte piuttosto che l’altra poteva essere dominante in un certo tipo di operazioni.

Ovviamente la comunità scientifica ha sempre negato quest’affermazione ma adesso, come ha sottolineato lo stesso Anderson, abbiamo oltre 1.000 scansioni cerebrali per dimostrare che non c’è assolutamente alcun segno di dominio di uno dei due emisferi.

Ma questo obiettivo, per quanto notevole, non era il tema della ricerca portata avanti dagli scienziati. In realtà, il team di Anderson stava facendo una ricerca per capire come funziona la lateralizzazione del cervello per poter agire su pazienti affetti da autismo, sindrome di down o schizofrenia, in cui gli emisferi hanno ruoli atipici.

Fonti trovate in rete.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: