Bomba d’acqua.-Patty.Nis.

 

timthumb.php

Bombe d’acqua.

I nubifragi vengono spesso definiti dai media  con il neologismo bomba d’acqua,  traduzione del termine inglese cloudburst (esplosione di nuvola); tuttavia il termine “bomba d’acqua” non trova riscontro nella lingua italiana né nei manuali di meteorologia.

Come nasce la pioggia. mare

Le nuvole si formano per la differenza di temperatura tra il suolo ed il cielo . L’aria calda presente a livello del mare tende a salire e a condensarsi man mano che salendo trova aria più fredda. Condensandosi forma le nubi che  , come sappiamo possono trasformarsi in pioggia . Maggiore è la differenza di temperatura tra l’aria al livello del mare e quella in quota maggiore sarà l’energia che si presenterà al momento in cui la nuvola sarà piena  di acqua ed inizierà a piovere .

  La bomba d’acqua è una spiacevole realtà  . 

 

                                                                              Agosto 2014

 maltempo-trevigiano-refrontolo-140803114740_big A Refrontolo nel Trevigiano un improvviso acquazzone ha fatto esondare il fiume Lienza . L’impeto d’acqua ha trascinato parte dei presenti, alcuni dei quali sono stati scaraventati in un fiume vicino al Mulino della Croda, un luogo ben conosciuto e frequentato dai trevigiani.Il bilancio è stato di quattro morti.

 

 

La bomba d’acqua  più devastante degli ultimi anni è quella che nel novembre del 2013 colpì la Sardegna:  in 24 ore rovesciò sull’isola un quantitativo di pioggia pari a quello che in situazioni normali si raggiunge in sei mesi. Gli effetti furono devastanti: 16 morti, tra cui due bambini, oltre 2700 sfollati. Le vittime, concentrate soprattutto nelle province di Olbia e Nuoro, morirono annegate nelle loro case allagate o travolte da torrenti d’acqua mentre si trovavano in macchina.

                   maltempo-sardegna-680x340

Alluvione1

Furono invece sei le vittime dell’alluvione che nel novembre del 2011 travolse la Liguria: quattro donne e due bambine morirono a seguito dell’esondazione del rio Fereggiano.

Un mese prima un’altra bomba d’acqua aveva messo in ginocchio Liguria e Toscana, facendo straripare fiumi e invadendo di acqua e fango anche autostrade e ferrovie: sei i morti, molti di loro rimasero intrappolati nelle loro abitazioni.

genova

E’ palese che il clima è cambiato, ma è tutta opera di madre natura,o forse è opera dell’uomo?

  Un caro amico mi ha mandato questo;

La geoingegneria clandestina.

L’argomento è vasto ed articolato, cercheremo quindi di proporre un riassunto per sommi capi che diciamo subito necessita di opportuni approfondimenti per essere capito appieno.

scieNegli ultimi anni si sente parlare sempre più spesso di scie chimiche, in realtà queste sono solamente un aspetto di quello che è a tutti gli effetti un’opera di modificazione del clima su vasta scala a scopi apparentemente befefici, si pensi al tentativo di risolvere situazioni di siccità o il contrario per le zone colpite da imponenti perturbazioni metereologiche, ma che in realtà  nascondono un sistema di gestione del clima per scopi militari e politici.solarjetstreampower

L’intento della geoingegneria clandestina è quindi quello di modificare il clima ed il tempo. Per far questo si usano vari tipi di composti chimici quali metalli pesanti e polimeri che vengono dispersi nell’atmosfera a diverse altezze in funzione dell’effetto che si desidera ottenere. Una volta eseguita l’irrorazione si provvede a riscaldare l’atmosfera tramite le microonde. A questa necessità provvedono egregiamente i riscaldatori ionosferici tra i quali, forse i più conosciuti sono  l’H.a.a.r.p. ed il Jet Stream Solar Power.

Forse non tutti sanno che ne esistono diversi sparsi in più aree del mondo, gestiti per lo più dagli U.s.a., Russia, Cina ed Europa. Quelli uffiali sono almeno una ventina, quelli top secret molti di più, anche mobili.

 

TESLA2

N.Tesla

Ma proseguiamo.

Questi riscaldatori agiscono prevalentemente sulla fascia della ionosfera terrestre, una zona situata tra  i 15 e i 17 km di altitudine nell’atmosfera che ha delle caratteristica particolari, quella di essere utile al trasferimento delle onde elettormagnetiche, è una zona elettroconduttiva. E’ quella usata per la trasmissione delle onde radio. I militari americani ma anche russi, grazie a brevetti di Nikolas Tesla che sfruttano la possibilità di stimolare la ionosfera attraverso appunto le microonde hanno creato  un’arma potente, il controllo climatico. Si capisce bene che la minaccia di procurare uragani, alluvioni oppure forti siccità sono un valido strumento di influenza politica.

Come funziona tutto questo?

Corrrenti a getto

Correnti a getto “jet streams”

Capiamo cosa sono le Jet streams ed il Jet Stream Solar Power.

haarp uso

Riscaldamento della ionosfera con le microonde

Le correnti a getto o jet streams sono flussi ad altissima velocità (circa 20-30 metri al secondo) che si generano tra stratosfera e troposfera, con direzione da ovest ad est, ad altitudini comprese tra 6 e 15 kilometri. La presenza di notevoli variazioni di temperatura in relazione alla latitudine determina forti correnti lungo i paralleli. Tra le jet streams, occorre citare quella subtropicale: essa varia in rapporto alla stagione per quanto concerne sia la posizione sia l’intensità, mentre la quota resta pressoché immutata, intorno ai 12 kilometri. Un’altra corrente a getto è quella associata al fronte polare: tale flusso può cambiare sia la sua posizione sia la direzione. A questo getto sono correlate le perturbazioni che interessano le medie latitudini.
Da tempo si sa che tale corrente non è solo un vento, ma anche una sorta di antenna lungo la quale si propagano impulsi elettromagnetici, come, ad esempio, le onde di risonanza Schumann. È altresì accertato che è usata dai sistemi H.A.A.R.P. .

10568920_439792356161982_2557376686150915061_n

Base H.a.a.r.p. in Alaska

Il Satellite Jet Stream Solar Power è un sistema che è in grado di dirigere un fascio di microonde, comprese tra 50 e 100 GHz ed in grado di riscaldare le correnti a getto. Si presta ad un doppio uso: concentrare energia a microonde in una corrente a getto o per cambiarne la posizione o per impedire che resti stazionaria per un lungo periodo di tempo.

La deviazione della corrente a getto è dunque all’origine dei fenomeni climatici estremi

cloud seeding

Cloud seeding

Si attua quindi quella che viene chiamata “cloud seeding”, l’inseminazione artificiosa delle nuvole, una tecnica che mira a cambiare la quantità ed il tipo di precipitazione attraverso la dispersione nelle nubi di sostanze chimiche che fungano da nuclei di condensazione per favorire le precipitazioni. Grazie a questa pratica ed a una situazione modificata per quanto riguarda le correnti a getto si verificano fenomeni voluti ma che a volte eccedono le aspettative di chi li ha causati.

Le bombe d’acqua sono uno di questi.

Fonti:

http://it.wikipedia.org/wiki/Cloud_seeding
http://it.wikipedia.org/wiki/Corrente_a_getto
http://www.jetstream.solar/concentrating-solar-energy.html
http://it.wikipedia.org/wiki/High_Frequency_Active_Auroral_Research_Program
http://www.tankerenemy.com/2014/02/la-deviazione-della-corrente-getto-e.html#.U-tesGMY5y4
http://www.tankerenemy.com/2010/08/la-manipolazione-delle-jet-streams.html#.U-teK2MY5y4
http://lesciechimicheagenova.blogspot.it/2013/01/siccita-bombe-dacqua-geoingegneria.html

Annunci

About Uniti_Contro_Questo_Sistema _Malato

Studiare il passato, capire il presente, prevedere il futuro...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: