“Se” di R. Kipling – Nis

kipling

SE…
di Rudyard Kipling

Se riesci a non perdere la testa, quanto tutti intorno la perdono, e se la prendono con te;

Se riesci a non dubitare di stesso, quanto tutti ne dubitano, ma anche a cogliere in modo costruttivo i loro dubbi;

Se sai attendere, e non ti stanchi di attendere, se sai non ricambiare menzogna, odio con odio, e tuttavia riesci a non sembrare buono, e a evitare di far discorsi troppo saggi;

Se sai sognare, ma dai sogni sai non farti dominare;

Se sai pensare, ma dai pensieri sai non fare il fine;

Se sai trattare nello stesso modo i due impostori, Trionfo e Disastro, quanto ti capitano innanzi;

Se sai resistere a udire la verità che hai detto, dai farabutti travisata per ingannar gli sciocchi;

Se sai piegarti a ricostruire, con gli utensili le cose a cui hai dato la vita, ormai infrante;

Se di tutto ciò che hai vinto sai fare un solo mucchio, e te lo giochi, all’azzardo, un’altra volta, e Se perdi sai ricominciare, senza dire una parola di sconfitta;

Se sai forzare cuore, nervi e tendini, dritti allo scopo, ben oltre la stanchezza, a tener duro, quando in te nient’altro esiste, tramite il comando della Volontà;

Se sai parlare alle folle senza sentirti Re, o intrattenere i re parlando francamente;

Se né amici né nemici riescono a ferirti, pur tutti contando per te, ma troppo mai nessuno;

Se riesci a occupare il tempo inesorabile dando valore a ogni istante della vita, il mondo è tuo, con tutto ciò che ha dentro e, ancor di più, ragazzo mio, sei Uomo!

e nella versione inglese.

se

If…

of Ruyard Kipling

IF you can keep your head when all about you
Are losing theirs and blaming it on you,
If you can trust yourself when all men doubt you,
But make allowance for their doubting too;
If you can wait and not be tired by waiting,
Or being lied about, don’t deal in lies,
Or being hated, don’t give way to hating,
And yet don’t look too good, nor talk too wise:

If you can dream – and not make dreams your master;
If you can think – and not make thoughts your aim;
If you can meet with Triumph and Disaster
And treat those two impostors just the same;
If you can bear to hear the truth you’ve spoken
Twisted by knaves to make a trap for fools,
Or watch the things you gave your life to, broken,
And stoop and build ‘em up with worn-out tools:

If you can make one heap of all your winnings
And risk it on one turn of pitch-and-toss,
And lose, and start again at your beginnings
And never breathe a word about your loss;
If you can force your heart and nerve and sinew
To serve your turn long after they are gone,
And so hold on when there is nothing in you
Except the Will which says to them: ‘Hold on!’

If you can talk with crowds and keep your virtue,
‘ Or walk with Kings – nor lose the common touch,
if neither foes nor loving friends can hurt you,
If all men count with you, but none too much;
If you can fill the unforgiving minute
With sixty seconds’ worth of distance run,
Yours is the Earth and everything that’s in it,
And – which is more – you’ll be a Man, my son!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: