La Russia dice no .-Patty.

meet-the-pr-firm-that-helped-vladimir-putin-troll-the-entire-country

Ci siamo… la Russia ha detto stop per un anno all’importazione di prodotti agricoli e alimentari dall’ Europa.
Mosca risponde così alla comunità internazionale per esercitare pressioni nell’ambito del conflitto con l’Ucraina. Il decreto, immediatamente operativo, è stato firmato da Vladimir Putin, «allo scopo di difendere gli interessi nazionali della Russia». Nel documento si legge che «per un anno dal giorno dell’entrata in vigore del presente decreto si vieta o si limita l’esercizio delle operazioni economico-commerciali con l’estero che prevedono l’importazione di singoli tipi di prodotti agricoli, materie prime e alimenti, il cui Paese di provenienza è uno Stato che abbia deciso di applicare sanzioni economiche nei riguardi di persone giuridiche e/o fisiche russe o che abbia aderito a tale decisione». Sebbene abbia fissato la durata del divieto in un anno, Mosca si riserva di ridurne o allungarne la durata. L’altro giorno Putin aveva ordinato al governo «una risposta attenta» alle sanzioni occidentali, per fare in modo di non danneggiare – era stato riferito dall’agenzia russa ufficiale Itar-Tass – né i produttori né i consumatori russi. Ora il governo russo dovrà stilare una lista con i prodotti oggetto delle sanzioni e definire un elenco di atti con l’obiettivo di evitare sia un aumento eccessivo dei prezzi di alcuni beni sia che alcuni prodotti scarseggino, e a questo fine sarà aumentata la produzione interna di alcuni beni. Un’operazione in cui l’esecutivo è già impegnato, ha fatto sapere la portavoce del premier Dmitri Medvedev, Natalia Timakova, citata dalle agenzie Interfax e Itar-Tass. Oltre a Ue e Usa, hanno adottato sanzioni contro la Russia anche Canada, Australia, Giappone, Svizzera e Corea del Sud.
Fonte;http://www.secoloditalia.it/2014/08/putin-reagisce-agli-usa-e-alleuropa-per-un-anno-non-importiamo-piu-i-vostri-prodotti-alimentari/

images

La Coldiretti: “La frutta era stata caricata su una sessantina di camion frigo ora fermi alla frontiera. Per gli agricoltori è un’altra mazzata dopo la crisi dei mercati”. Il 60 per cento della produzione va all’estero, soprattutto verso i Paesi dell’Est Europa…..
8 agosto 2014
Dodicimila quintali di pesche destinate alla Russia respinti alle frontiere per il blocco alle importazioni deciso da Putin. L’embargo produce i primi effetti tangibili in Piemonte. La frutta – spiega la Coldiretti regionale – era caricata su una sessantina di camion frigo, partiti dai magazzini piemontesi. E’ un’altra mazzata ai produttori di pesche, che stanno già vivendo un mercato particolarmente stanco”.
L’embargo rende ancora più necessario – secondo la Coldiretti – “il ritiro straordinario: la Commissione Europea non può più tergiversare su questo provvedimento, così come la nostra organizzazione agricola aveva chiesto nelle settimane scorse. Le imprese frutticole stanno rischiando il fallimento per situazione che non dipende assolutamente da loro”.

Per il comparto piemontese il danno è rilevante: “Il 60% dei due milioni di quintali di frutta prodotti in Piemonte – spiega Antonio De Concilio, direttore di Coldiretti Piemonte – sono destinati all’estero ed in questo periodo dell’anno i Paesi dell’est, e la Russia in particolare, rivestono un ruolo di primo piano nelle esportazioni”.
Fonte ;http://torino.repubblica.it/cronaca/2014/08/08/news/dodicimila_quintali_di_pesche_piemontesi_bloccate_da_putin-93413005/

Il prossimo inverno secondo me farà tanto freddo!!!!!!!!

inverno_1

Annunci

About Uniti_Contro_Questo_Sistema _Malato

Studiare il passato, capire il presente, prevedere il futuro...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: